Seguici su

Cleveland Cavaliers

Shaq: Lue ai Lakers non aveva il diritto di rivolgermi la parola

Ammirazione totale quella di Shaquille O’Neal verso Tyronn Lue all’epoca dei Lakers. Secondo il commentatore sportivo della TNT, Lue non poteva nemmeno rivolgergli la parola.

Il canale nazionale americano TNT sa esattamente come aumentare l’audience share durante i suoi programmi e nel caso di NBA Inside la ricetta è veramente facile. Si metta qualche esperto a commentare le partite e infine si aggiunga un po’ di Charles Barkley e Shaquille O’Neal per le osservazioni più “intelligenti”. Il gioco è fatto.

L’ultima perla del Diesel è stata rilasciata proprio poco fa e riguarda niente poco di meno che Tyronn Lue. Soffermandosi a parlare in diretta TV sui suoi comportamenti da giocatore, Shaq ha infatti esternato come ad alcuni suoi compagni di squadra non fosse nemmeno permesso parlargli. Nel dubbio di passare inosservato poi l’ex centro dei Lakers ha precisato:

“Tyronn Lue non poteva dirmi nulla!”

Prodigo di ammirazione insomma l’ex stella dei Lakers nel ricordare l’attuale coach dei Cavs durante i suoi tempi nella città degli angeli A quanto pare i soli aventi il diritto a parlare con Shaq in quegli anni erano gli starting five, Horry a Brian Shaw. Del resto un assoluto nulla cosmico e silenzioso.

L’aneddoto ha lasciato di stucco Barkley, che, emotivamente afflitto, ha approfittato per farsi in diretta e senza troppe remore una grassa risata.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers