Seguici su

Golden State Warriors

Golden State vince 4-1 e vola alle finali di Conference: recap&pagelle

I Golden State Warriors raggiungono le finali di Conference dopo la vittoria per 125-121 sui Portland Trail Blazers, sconfitti 4-1 nella serie.

 

Dopo l’entusiasmante gara-4, vinta all’overtime dagli Warriors, tra Golden State e Portland è tempo di gara-5 sul parquet della Baia, dove prima del match Curry viene premiato con il titolo di MVP della stagione regolare.

 

La partita inizia su buoni ritmi, con i padroni di casa che segnano con relativa facilità e gli ospiti che rispondono a tono, tentando il primo allungo sul 12-8 grazie a due triple consecutive di Maurice Harkless. Sei punti in fila di Lillard portano i Trail Blazers sul 18-8, con la difesa di Golden State che non riesce ad arginare i tiratori avversari (4/5 da oltre l’arco per McCollum e compagni), ma sul 20-10 a metà periodo Curry segna i primi due punti della sua partita risvegliando la Oracle Arena e propiziando un parziale di 7-0 chiuso ancora da una sua tripla che costringe Stotts al time-out sul 20-17 a 4:30 dalla prima sirena. I successivi minuti sono spezzettati da tanti tiri liberi, fino a quando con 30 secondi sul cronometro Crabbe segna la tripla del 30-27 Portland, punteggio con cui si chiude il primo quarto.

 

Un 5-0 di parziale nei primi due minuti porta i Trail Blazers sul 35-27, con Kerr costretto al time-out, di ritorno dal quale Livingston e McCollum segnano 4 punti ciascuno mantenendo inalterato il distacco. Una schiacciata di Livingston e una tripla dalla lunga distanza di Klay Thompson permettono agli Warriors di tornare ad un possesso di distanza sul 38-41 con 7 minuti da giocare prima dell’intervallo. Otto punti in fila di Aminu (conditi da due triple) riportano Portland sul +11 (49-38) a metà periodo, quando si scateno gli Splash Brothers che con 7 punti consecutivi riducono lo svantaggio fino al 51-47 a 3:30 dalla seconda sirena. Lillard e Crabbe tentano un nuovo allungo, Thompson li riacciuffa subito grazie ad un altro canestro da 3 punti (13° punto nel secondo quarto per lui), con il punteggio che all’intervallo vede Portland condurre 63-58.

 

Nei primi 3 minuti di gioco Portland allunga sul +8, ma Ezeli e Draymond Green (tripla) permettono agli Warriors di ridurre lo svantaggio a sole 3 lunghezze sul 70-67. Thompson firma il -1 sul 73-72 e Curry, con uno splendido canestro da oltre l’arco, riporta Golden State avanti sul 75-73 con 7 minuti sul cronometro. Portland continua a giocare bene in attacco, costruendo buoni tiri e segnando le triple aperte, come quella di Crabbe che vale il 78-75 Blazers a metà periodo. Alle triple di Crabbe e Aminu risponde però uno strepitoso Klay Thompson con altrettanti canestri pesanti, permettendo agli Warriors di non perdere terreno, e la sesta tripla di serata del secondo Spash Brother impatta la partita a quota 90, prima che la tripla di Curry sulla sirena valga il 93-91 Golden State, punteggio con cui si chiude il terzo periodo.

 

La partita si gioca punto a punto e dopo 3 minuti e mezzo la tripla di Marreese Speights vale il 102-98 Warriors, con Livingston e Curry che allungano ulteriormente sul 106-98 a 7 dalla fine (parziale di 11-3). Sei punti consecutivi di un immenso CJ McCollum riportano Portland a -1 sul 110-109 con 4 minuti sul cronometro, Iguodala e Curry con due “bombe” firmano il nuovo +7 ma è ancora McCollum, ancora da oltre l’arco, a tenere in vita Portland sul 112-116 a 3 minuti dalla fine. Green segna, McCollum risponde ancora, ma Portland paga l’inesperienza e con un pesante 2/4 ai liberi ancora di McCollum e di Davis va a -2 sul 116-118 quando sarebbe potuta essere parità a 1 minuto dalla fine. Lillard sbaglia il tiro del pareggio e dall’altra parte Curry, con una tripla clamorosa, chiude di fatto la partita sul 121-116 con 25 secondi sul cronometro. Crabbe segna da 2, Curry fa 2/2 in lunetta e Klay Thompson commette fallo sul tiro da tre punti di Lillard, che li segna tutti e tre per il 121-123 con 10’’ sul cronometro. L’MVP non sbaglia e firma il nuovo +4, Lillard invece non trova il fondo della retina e Golden State vince 125-121, superando nella serie i Trail Blazers per 4-1 e accedendo alle finali di Conference.

Precedente1 di 2

Recap

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors