Seguici su

Oklahoma Thunder

Super-Westbrook, colpaccio OKC a San Antonio: 3-2 Thunder: recap&pagelle

Gli Oklahoma City Thunder espugnano per la seconda volta l’AT&T Center di San Antonio sconfiggendo gli Spurs 95-91 e volando 3-2 nella serie.

 

Con il punteggio sul 2-2, all’AT&T Center di San Antonio va in scena il quinto episodio della serie tra Spurs e Thunder, match che potrebbe rivelarsi fondamentale per il proseguo delle Semifinali di Conference.

 

San Antonio Spurs: Tony Parker, Danny Green, Kawhi Leonard, Lamarcus Aldridge, Tim Duncan.

Oklahoma City Thunder: Russell Westbrook, Andre Roberson, Serge Ibaka, Steven Adams.

 

I Thunder iniziano meglio la gara, difendendo con intensità e affidandosi a Westbrook e Durant in avanti, mentre gli Spurs faticano offensivamente e dopo 4 minuti si trovano sotto 9-2. Un canestro di Leonard, una tripla di Green e una di Ginobili riavvicinano la truppa di Popovich sull’11-10 a 5 minuti dalla prima pausa e il divario resta invariato fino a quando, a 60’’ dalla prima sirena, Durant propizia un parziale di 7-0 che permette ai Thunder di condurre 22-16 a fine primo quarto.

 

Durant e Leonard si danno battaglia in avvio di secondo periodo e dopo 3 minuti il tabellone recita 26-20. Waiters commette il suo terzo fallo e dall’altra parte 4 punti consecutivi di Kawhi riavvicinano gli Spurs sul 24-26, mentre le tante palle perse di entrambe le squadre limitano le esecuzioni offensive e a metà periodo Okc è avanti 29-28. Due triple di Westbrook e Ibaka sembrano poter dare un discreto vantaggio ai ragazzi di Donovan, ma la “vecchia guardia” degli Spurs, composta in questo caso da Duncan e Parker, risponde a tono tenendo gli Spurs a -1 sul 39-38. Cinque punti consecutivi di Leonard, seguiti da due di Aldridge e da una tripla di Green, permettono a San Antonio di condurre sul 48-43 a fine primo tempo, mentre Westbrook ha già “collezionato” 5 palle perse.

 

Il momento positivo degli Spurs continua anche ad inizio ripresa, con i padroni di casa che allungano ulteriormente grazie ai canestri di Aldridge, Leonard e Parker ritrovandosi sul 56-47 dopo 3 minuti del terzo quarto. La terza tripla di serata di Danny Green porta per la prima volta San Antonio in doppia cifra di vantaggio (59-47) ed è ancora lo stesso #14 ad andare a bersaglio da oltre l’arco per il 62-49. Durant e Wesbrook tentano di accorciare ma a metà terzo periodo il punteggio vede ancora avanti di 10 punti gli Spurs sul 53-63. 5 punti consecutivi di Westbrook riportano Okc a due possessi di distanza sul 64-70 a 3 minuti dalla fine del terzo quarto, con la tripla di Randy Foye che accorcia ulteriormente sul 69-72 Spurs, punteggio su cui si chiude il terzo periodo.

 

Nei primi due minuti non segna praticamente nessuno e il divario resta invariato, ma con l’ingresso di Danny Green San Antonio ritrova la conclusione pesante e allunga sul 78-72. Westbrook risponde da campione prima con una tripla da 9 metri per il nuovo -3, poi innescando alla perfezione Kevin Durant che, sul perimetro, non sbaglia e impatta la partita a quota 78 con 8 minuti sul cronometro. Due liberi di Duncan e un’altra tripla di Danny Green riportano gli Spurs sul +5 e sull’82-86 Leonard rischia di fare la giocata della partita, recuperando palla su Durant e andando a schiacciare in traffico dopo uno splendido coast-to-coast, ma Westbrook risponde alla grande anche in questo caso andando a segnare 4 punti in fila per l’86-88 a 2:30 dalla fine. Kanter dopo un rimbalzo offensivo impatta la partita a quota 88 e sempre il centro turco, ancora dopo aver conquistato una carambola, va ad appoggiare alla tabella il 90-88 con 100 secondi sul cronometro. 2/2 ai liberi di KD, Parker non è ugualmente freddo e sbaglia il secondo tiro dalla linea della carità, lasciando la palla in mano ad Okc sul 92-91 con 40’’ da giocare. Durant però la perde senza riuscire a concludere, anche se dall’altra parte il jumper di Parker non trova il fondo della retina, con Okc che rimane avanti. San Antonio non riesce a commettere fallo subito e Westbrook va quindi a segnare, subendo fallo e segnando il tiro liberi supplementare. 6 secondi da giocare, né Leonard né Green riescono a segnare e gli Oklahoma City Thunder vincono 95-91 riprendendosi il fattore campo e salendo 3-2 nella serie, con il match point in casa nella prossima partita.

Precedente1 di 2




Recap

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Oklahoma Thunder