Seguici su

Golden State Warriors

Stratosferico Curry, GS vince a va sul 3-1: recap&pagelle gara-4

Grazie al ritorno di Curry, che chiude con 40 punti ed un overtime sublime, Golden State vince a Portland e si porta 3-1 nella serie.

 

Seconda partita al Moda Center di Portland con la serie tra Trail Blazers e Warriors che vede i campioni in carica avanti 2-1.

 

Portland parte forte grazie ad ottime percentuali da oltre l’arco: Mo Harkless prima e un superbo Lillard poi, con una tripla e un clamoroso gioco da 4 punti, costringono Kerr al primo time-out sul 12-2 dopo 3 minuti di gioco. A metà periodo il punteggio vede Portland condurre 16-2, con gli Warriors in grado di mettere a referto 2 soli punti in 6 minuti. Kerr decide allora di buttare nella mischia Steph Curry per la prima volta dall’infortunio di qualche settimana fa, ma eccezion fatta per una tripla di Green la solfa non cambia, con Portland che allunga sul 21-5 con 4:30 da giocare. Thompson, Curry e Iguodala riducono le distanze propiziando un mini-parziale di 9-0 che riporta a contatto gli Warriors sul 14-21, ma i ragazzi di Stotts non si scoraggiano e grazie a due belle giocate di McCollum chiudono il primo quarto avanti 26-18.

 

Entrambe le squadre segnano con discreta facilità in avvio di secondo periodo: gli Warriors che trascinati da un ottimo Speights (2/2 da tre punti) rispondono ai canestri di McCollum, Crabbe e Aminu, con il tabellone che a 9 minuti dall’intervallo recita 29-35. Un McCollum on fire riporta i Trail Blazers in doppia cifra di vantaggio sul 46-35 a metà periodo, ma sul 48-35 Curry, Iguodala e Green firmano un parziale di 10-0 che riporta Golden State a un possesso di distanza, con Stotts che ricorre all’Hack-a-Bogut per cercare di riacquistare un vantaggio. La partita è spezzettata in questo frangente, con entrambe le squadre che tirano molti liberi (sbagliandone parecchi) e il punteggio che a 2 minuti dall’intervallo vede Portland condurre sul 56-48. Una follia di Shaun Livingston, che prende due falli tecnici in un secondo venendo espulso, permette ai padroni di casa di allungare nuovamente, arrivando all’intervallo sul 67-57.

 

Di rientro dall’intervallo le percentuali si abbassano vertiginosamente per entrambe le squadre, con il punteggio che si muove poco (Curry ancora a secco da oltre l’arco, 0/7 a metà periodo) e dopo 6 minuti Portland conduce 73-68. Grazie a Curry e Thompson gli Warriors si riportano ad un possesso di distanza sul 73-76 e una tripla del “secondo” Splash Brother permette ai ragazzi di Kerr di passare in vantaggio per la prima volta sul 79-78. Un gioco da tre punti di Clark porta sul +4 i ragazzi della Baia, con il terzo quarto che si chiude sull’ 86-85 Golden State.

 

Quattro punti consecutivi di Curry aprono l’ultimo quarto, prima che cominci il valzer delle triple: da una parte McCollum (2) e Aminu, dall’altra Speights (terza di serata!), con Portland che si riporta avanti sul 96-95. Thompson da tre punti impatta la partita a quota 100, quando Curry decide che è il momento buono per segnare la prima tripla della sua serata (1/10) e riportare avanti gli Warriors. Lillard prima risponde in layup per il -1, poi, a 2:30 dalla sirena, segna una clamorosa tripla senza ritmo per il 105-103. La sfida tra Curry e lo #0 continua, Steph spara la “bomba” del -1, Lillard segna il jumper del nuovo +3 e Draymond Green inchioda una poderosa schiacciata per il 108-109 Portland a 1:30 dalla sirena. Plumlee porta a 3 le lunghezze di vantaggio dei ragazzi di Stotts a 1 minuto dalla fine; Harrison Barnes pareggia con una gran tripla, Lillard sbaglia lasciando l’ultimo possesso agli Warriors ma nemmeno Curry riesce a trovare il fondo della retina, quindi ooovertime sul 111-111.

 

Curry apre il supplementare con un appoggio alla tabella, Aminu risponde con una tripla che riporta avanti Portland sul 114-113, Plumlee segna il 116-113 ma Curry impatta la gara a quota 116 con un altro tiro da tre. McCollum da una parte segna da due punti, l’MVP dall’altra è inarrestabile, e con due triple (tutti i 12 punti segnati da Golden State al supplementare portano la sua firma) permette agli Warriors di allungare sul 123-118. Barnes segna in contropiede, Lillard fa 2/2 ai liberi ma ancora Curry, ancora da 3 punti, chiude la partita con il 128-120. Golden State vince 132-125 e si porta 3-1 nella serie.

Precedente1 di 2




Recap

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Golden State Warriors