4 titolari saranno free agents, quale sarà il futuro di Charlotte?

4 titolari saranno free agents, quale sarà il futuro di Charlotte?

Ancora tutto da plasmare il futuro della franchigia della North Carolina

Commenta per primo!
Charlotte Hornets

Dopo una stagione molto positiva che gli ha visti terminare con lo stesso record della squadra in terza posizione ad Est, la corsa nei playoff degli Charlotte Hornets si è conclusa solo in gara 7 contro i Miami Heat.

E oggi, la squadra del General Manager Michael Jordan si trova di fronte ad una decisione molto difficile: 4 dei titolari di questa stagione, infatti, dal 1 luglio, saranno unrestricted free agents e potranno firmare per la squadra che gli offrirà il miglio contratto e il miglior progetto. Trovarsi in questa posizione non è facile per gli ex Bobcats, che, ad oggi, hanno solamente 7 giocatori sotto contratto per la prossima stagione. E’ sicuro che lo spazio per effettuare mosse anche di grande spessore c’è, ma dalle parole di Coach Steve Clifford, l’obbiettivo della squadra è quello di rifirmare tutti i titolari di questa stagione, a partire dal più richiesto, Nicolas Batum.

Il francese, reduce da una stagione con 14.9 punti, 6.1 rimbalzi e 5.8 assist di media, è al top della sua carriera NBA e può essere una delle colonne portanti di questi Hornets. Quando gli è stato richiesto se fosse disponibile a ritornare a Charlotte anche l’anno prossimo la risposta è stata “Perchè no? Sicuramente parlerò con gli Hornets per primi, – aggiunge Batum riferendosi all’inizio della free agency – il primo luglio sarà una giornata pazza, ma Charlotte sarà comunque la mia prima scelta“. In ogni caso Batum ha aggiunto che tornerà agli Hornets solo se la dirigenza farà di tutto per ricostruire il quintetto di quest’anno.

Ad aggiungersi a Batum, saranno free agents anche Courtney Lee, Marvin Williams ed Al Jefferson, ed inoltre Jeremy Lin eserciterà sicuramente la sua player option per ottenere un contratto più remunerativo, anche alla luce dell’aumento del salary cap.

Gli Hornets dovranno poi anche andare alla ricerca di qualche pedina da aggiungere al puzzle di coach Clifford, specialmente in zona rimbalzo. Da annoverare tra le buone notizie vi è invece il ritorno di Michael Kidd-Gilchrist che in questa stagione ha giocato solo 7 partite a causa di problemi alla spalla.

Jacopo Cigoli

@JacopoCigoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy