Tyronn Lue percepisce ancora il suo vecchio stipendio da Assistant Coach

Tyronn Lue percepisce ancora il suo vecchio stipendio da Assistant Coach

L’ex giocatore dei Lakers ha voluto rispettare il suo amico e collega decidendo di non firmare un rinnovo contrattuale a cifre più alte almeno sino alla prossima stagione.

Commenta per primo!
lue

In attesa dell’inizio del secondo turno dei playoff in cui i Cleveland Cavaliers affronteranno gli Atlanta Hawks, emerge un curioso dato riguardante lo staff della franchigia dell’Ohio. Dal 22 gennaio di quest’anno, il giorno in cui l’attuale Head Coach Tyronn Lue ha sostituito David Blatt, l’ex giocatore dei Lakers non ha mai firmato un nuovo contratto ed ha continuato a percepire lo stipendio che era previsto dal suo contratto come Assistant Coach.

Attualmente il record di Cleveland sotto la gestione Lue recita 31-14 (compreso il netto sweep per 4-0 ai danni dei Detroit Pistons al primo turno dei playoff) e le finali di conference sembrano ampiamente alla portata di LeBron e compagni, visto anche ciò che è accaduto l’anno scorso, in cui grazie ad un 4-0 proprio contro gli Hawks, i Cavs sono riusciti ad approdare alle Finals.

Dal punto di vista economico, al momento del suo approdo nello staff di Blatt, Lue era l’assistente allenatore con lo stipendio più alto nella lega, con un totale di 6.5 milioni di dollari da percepire in 4 anni. Secondo alcune fonti legate ad ESPN, Lue è fermamente convinto che, a prescindere dai risultati dei Cavs in questa postseason, sarà ancora lui l’anno prossimo a guidare la squadra e, sempre secondo la stessa fonte, anche i dirigenti della franchigia sembrano essere della stessa idea.

Questa scelta di non firmare un nuovo contratto è, per Lue, una forma di rispetto per David Blatt, verso il quale si è sentito in debito per avergli fornito l’occasione di entrare nello staff di una squadra così importante. Intervistato sull’argomento ecco le parole di Lue: “[Blatt] Si merita assolutamente un’altra occasione. Credo che abbia fatto un lavoro fantastico qui. Mi ha insegnato tantissimo. Anche solo essere suo amico e aver avuto la possibilità di imparare da lui è stato fantastico per me. Conosco tantissime persone qui che sentono la sua mancanza. Spero che abbia un’altra chance in questa lega perchè se la merita” (Blatt è stato avvicinato alla panchina dei Knicks in questi ultimi giorni)

Intanto però Cleveland si gode una nuova alchimia di squadra che era venuta a mancare nell’ultimo periodo della gestione Blatt e che gli permetterà di affrontare al meglio e con la massima concentrazione i prossimi impegni.

Jacopo Cigoli

@JacopoCigoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy