Seguici su

Chicago Bulls

Jimmy Butler è stanco delle domande sul rapporto con Rose

La guardia dei Bulls non vuole più rispondere alle domande sulla possibilità di una sua convivenza con la point-guard di Chicago, Derrick Rose

Butler

Sicuramente l’esclusione dai playoff è un colpo difficile da accettare per i Chicago Bulls, in primo luogo per la loro guardia tiratrice, Jimmy Butler che è diventato poco tollerante nei confronti di fans e reporter che continuano a porgli sempre la solita domanda sulle possibilità della sua convivenza con Derrick Rose:

Andiamo amico. Questa è una domanda che salta fuori sempre quando si perde. Sono stanco di parlarne.

Queste le parole rilasciate oggi da Butler a K.C. Johnson del Chicago Tribune. Johnson che aveva già notato, qualche giorno fa, come la questione del rapporto tra i due, e del loro modo di completarsi a vicenda sul campo, possa essere in realtà una delle chiavi più importanti per il successo dei Bulls. Al momento però i dati statistici sembrano dire il contrario, con i Bulls che fanno registrare un -3.9 di Net Rating [la differenza di punti ogni 100 possessi N.d.A.] quando i due sono contemporaneamente in campo.

Sulla questione è intervenuto anche il coach dei Bulls, Fred Hoiberg, che ha imputato questi dati agli infortuni che hanno funestato la stagione di Chicago:

Derrick saltava tre o quattro partite e poi, quando rientrava lo stile di gioco era diverso e bisognava integrarlo di nuovo nella lineup. Poi Jimmy saltava qualche partita, e poi ritornava. Questa è stata una dinamica difficile da affrontare e penso che ve ne siate accordi. Che ci sia qualche problema tra i due ragazzi? No, e penso che se lo chiedete a loro due vi diranno la stessa cosa.

Del resto Butler aveva dichiarato solo qualche giorno fa la sua intenzione di passare l’offseason ad allenarsi proprio insieme a Derrick Rose per migliorare la chimica con il #1 dei Bulls:

Conosciamo reciprocamente il nostro gioco perché siamo stati insieme sul campo per un po’, ma durante l’offseason sarà capace di farmi capire dove precisamente vuole il pallone e cosa precisamente sa fare, e la stessa cosa io con lui. Quando ci si vede lavorare e allenarsi l’un l’altro si guadagna un sacco di rispetto nell’altro, perché vedi che ci sta mettendo il suo tempo, capite cosa intendo? Non sto dicendo che non lo rispetto, ma se lui vedrà quanto tempo passo in palestra, e io vedrò quanto tempo sta in palestra lui, capiremo il nostro ritmo reciprocamente e penso che sia una cosa molto importante.

Derrick Rose entrerà, nella prossima stagione, nell’ultimo anno del suo contratto, che lo porterà a guadagnare poco più di 21 milioni $. Una cifra importante, che rischia di creare problemi ai Bulls nel caso la chimica tra lui e Butler non migliori. Ma non sembra che Chicago stia anche solo lontanamente valutando una trade per l’MVP del 2011. Rimane comunque evidente che le speranze dei Bulls per la prossima stagione gravano tutte sulle spalle di Butler e Rose, nella speranza che quest’estate riescano a trovare la giusta amalgama.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Chicago Bulls