Seguici su

Playoffs 2016

Nuovi verdetti nella notte in vista Playoff

Definitivamente eliminati dalla corsa Knicks, Magic e Bucks; ottengono matematicamente un posto tra le prime otto i Clippers

Playoffs

Quella appena trascorsa è stata una notte di verdetti in NBA, alcune squadre hanno definitivamente perso le speranze (più o meno a sorpresa) di raggiungere l’ottavo posto di Conference per l’accesso ai Playoff, mentre altre hanno ottenuto la matematica certezza che la loro stagione continuerà anche dopo il 13 aprile, data di conclusione della Regular Season.

Cominciamo dalle delusioni: i New York Knicks non parteciperanno alla postseason per l’undicesima volta nelle ultime 15 stagioni, interrompendo così per l’ennesima volta il sogno-anello di Carmelo Anthony ancora prima che questo possa cominciare. Il record di 30-44 maturato fino ad ora lascia ben poco spazio ai dubbi, la squadra non è pronta per competere seriamente. L’unica nota positiva di questa stagione è sicuramente Kristaps Porzingis, accolto dai tifosi con ben poco affetto ha saputo con le sue ottime prestazioni far cambiare idea agli scettici che adesso vedono in lui una delle colonne portanti per il futuro della franchigia della Grande Mela.

Lasciano sconfitti la corsa ai Playoff anche gli Orlando Magic, detentori anche loro di un record non invidiabile di 30-43. Si tratta di una squadra giovane con alcuni buoni prospetti ma che evidentemente non è ancora sufficientemente matura per affrontare una stagione con velleità da titolo. Menzione d’onore va fatta ad Aaron Gordon che ha lasciato il mondo a bocca aperta con le sue schiacciate sia durante l’All Star Game che durante tutta la stagione.

Ultima squadra che ha abbandonato stanotte la corsa alla postseason sono i Milwaukee Bucks. Tra tutte è forse questa la sorpresa più negativa dell’anno; dopo un 2015 terminato solo al primo turno dei playoff contro Chicago, questa stagione è iniziata con i migliori auspici, grazie anche all’arrivo durante la free agency di Greg Monroe e l’imminente recupero dell’infortunato Jabari Parker. Nonostante ciò la regular season non è andata secondo i piani e oggi, a 8 partite dalla fine e con un record di 30-44 la testa è già alla prossima stagione. Non è stato però un anno completamente disastroso per la franchigia del Wisconsin, si sono viste infatti delle ottime basi per il futuro, a partire da Giannis Antetokounmpo (autore delle sue prime 4 triple doppie di carriera nel giro di sole 11 partite) passando per Jabari Parker e Khris Middleton.

Possono festeggiare invece i Los Angeles Clippers, usciti vincitori per 105 a 90 dalla partita contro i Denver Nuggets giocata allo Staples Center, e ora dunque sicuri di partecipare ai playoff per il quinto anno consecutivo (record di franchigia). 45-27 recita il record dei losangelini che hanno ricevuto un’altra buona notizia: come abbiamo riportato Blake Griffin è stato dichiarato nuovamente disponibile a giocare e ha di conseguenza cominciato a scontare le 4 partite di squalifica in seguito all’ormai celebre pugno tirato a Matias Testi. Griffin tornerà pienamente arruolabile domenica prossima quando i Clippers affronteranno i Washington Wizards avendo così la possibilità di giocare ancora alcune partite di regular season per riprendere il ritmo e farsi trovare pronto per i playoff (in cui sembra molto probabile che l’avversario della franchigia di Steve Ballmer saranno i Memphis Grizzlies).

Per concludere ecco un elenco delle squadre già sicure ad oggi di partecipare ai playoff e di quelle ormai matematicamente escluse:

IN: Golden State Warriors, San Antonio Spurs, Oklahoma City Thunder, Los Angeles Clippers, Cleveland Cavaliers, Toronto Raptors

OUT: Minnesota Timberwolves, Phoenix Suns, Los Angeles Lakers, Orlando Magic, Miwaukee Bucks, New York Knicks, Brooklyn Nets, Philadelphia 76ers

Jacopo Cigoli

@JacopoCigoli

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Playoffs 2016