Seguici su

News NBA

Adam Silver: “L’Hack-a-Shaq aumentato del 500% in un anno”

Secondo il commissioner Adam Silver, la pratica del fallo intenzionale sarebbe aumentata a tal punto in un solo anno da sollecitare rapidi provvedimenti

Non si fermano nemmeno nel corso dell’All Star Weekend le discussioni riguardanti un tema di grande attualità nella Lega come l’Hack-a-Shaq, la strategia, che prende il nome dalla propria principale “vittima”, di fare intenzionalmente fallo sui peggiori tiratori di liberi avversari per spezzare il ritmo della gara e recuperare facilmente il pallone senza rischiare di subire troppi punti dalla lunetta.

Al contrario, è proprio in questo weekend che il tema è stato nuovamente ripreso durante la tradizionale conferenza sullo stato della Lega tenuto dal commissioner durante la pausa di metà stagione. Adam Silver ha ribadito di voler far qualcosa per invertire la tendenza, che pare essere fortemente in crescita rispetto alla scorsa stagione:

Alla pausa per l’All Star Game, abbiamo registrato che l’utilizzo della strategia dell’Hack-a-Shaq è aumentato di almeno 5 volte e mezzo rispetto alla passata stagione.

Silver ha comunque rimandato ogni intervento alla prossima off season, parlando della volontà d’intervenire nel prossimo futuro proprio per le indicazioni ricevute dalle persone che gravitano intorno alla grande macchina NBA, ma rivelando anche come non sia ancora chiaro  quale sia l’opinione corrente delle franchigie riguardo questa tematica.

Ho iniziato ad avvertire che un cambiamento in tal senso debba essere fatto. Questa spinta viene dai responsi delle conversazioni con i nostri partners, con i responsi dei fans… Sto parlando con i giocatori, i general managers, e ovviamente con i nostri proprietari.

Ciò non significa che ci sia ancora un chiaro consenso su come la nuova regola debba essere. Penso che il mio lavoro ora sia quantomeno formulare un’alternativa, assieme ai miei collaboratori, che possa essere analizzata dai proprietari.

Il tema insomma resta molto caldo, ma al momento il commissioner non sembra avere ancora le idee chiare su come cambiare il regolamento per prevenire tale pratica. Una decisione che potrebbe essere non così scontata, tenendo conto che, per diventare effettiva, qualunque sarà la proposta di cambiamento al regolamento avanzata da Silver dovrà essere approvata da almeno due terzi dei proprietari delle franchigie (20 su 30).

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA