John Calipari e la richiesta da 120 milioni per tornare in NBA

John Calipari e la richiesta da 120 milioni per tornare in NBA

Il coach di Kentucky non è assolutamente interessato ad abbandonare la panchina collegiale senza un incremento sostanzioso dello stipendio

John Calipari

Si torna a parlare di lui, la stella tra gli allenatori del mondo collegiale: John Calipari. Già la scorsa primavera i media americani avevano svelato il suo nome all’interno di uno scenario NBA, i Sacramento Kings infatti erano molto interessati a firmarlo. Interessati, ma niente di più.

Già, perchè il proprietario della franchigia californiana, Vivek Ranadive, in quel periodo non era riuscito ad ottenere il consenso da parte dei proprietari di minoranza per avallare un investimento da circa 11 mln di dollari stagionali, utili per assicurarsi le prestazioni del coach di Kentucky. E proprio in questi ultimi due giorni è tornato di moda proprio il nome di Calipari, ma stavolta il team “colpevole” di subire il suo fascino è rappresentato dai Brooklyn Nets, freschi freschi di licenziamento di coach Hollins.

Nome vecchio, problemi vecchi. Calipari attualmente guadagna circa 8/9 milioni di dollari a stagione per allenare i Wildcats e per convincerlo ad abbandonare una poltrona così sicura ed importante servono argomenti molto convincenti, che iniziano e finiscono con il dolce fruscio dei milioni di dollari. Tanti milioni di dollari. Almeno 120: ovvero 12 milioni di dollari per 10 anni di contratto.

Già in passato i Cavaliers si erano visti rifiutare una proposta contrattuale da 80 milioni di dollari, giusto per far capire che le sue richieste non sono assolutamente trattabili.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy