Seguici su

News NBA

Tim Duncan chiude a zero punti per la prima volta in carriera

“Record” negativo per TD

Tim Duncan

Tim Duncan, a quasi 40 anni, è ancora uno dei migliori lunghi (almeno in difesa) dell’intera NBA. Coach Pop, in ogni caso, preferisce preservarlo il più possibile, in vista dei Playoff 2016, in cui San Antonio al momento partirebbe da co-favorita al pari dei Warriors. I quasi inarrestabili Spurs degli ultimi tempi riescono a cavarsela benissimo anche con un apporto più limitato da parte del proprio leader carismatico. È fisiologico, però, che la stagione di Duncan, almeno dal punto di vista meramente statistico, non sia scintillante come quelle leggendarie di inizio anni Duemila. Non stupisce, dunque, il fatto che Duncan abbia fatto registrare, proprio in questa diciannovesima annata NBA, alcuni “record” negativi. A novembre TD aveva chiuso per la prima volta in carriera un match senza prendere rimbalzi; ieri notte, invece, ha terminato la partita contro i Rockets senza segnare. Anche la “virgola” nello scoresheet, ça va sans dire, è una novità assoluta per la carriera di Duncan. A TD, in realtà, non dev’essere importato granché: per il leader degli Spurs i risultati di squadra sono sempre venuti prima degli achievements personali. Considerando l’ennesimo obiettivo stagionale raggiunto dagli Spurs, a conclusione della partita contro i Rockets (20 vittorie e 0 perse in casa, al momento), c’è da scommettere che Duncan non abbia pensato un attimo, a posteriori, alla propria “serata in bianco”.

News NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA