Shumpert ostetrico per caso, benvenuta Tayla

Shumpert ostetrico per caso, benvenuta Tayla

La guardia dei Cleveland Cavaliers ha dovuto compiere in prima persona il parto della sua piccola venuta alla luce nel bagno di casa sua mercoledì

shumpert

Iman Shumpert sta rientrando in maniera graduale dopo l’infortunio al polso destro che lo ha tenuto ai box per i primi due mesi circa di regular season: esordio una settimana fa contro gli Orlando Magic e niente più, per consentirgli di lavorare a parte e di acquisire la condizione fisica migliore possibile senza forzare. Nel frattempo però è stato protagonista di un gesto tanto inusuale quanto stupendo fuori dal campo.

Nella serata di mercoledì la fidanzata di Shumpert, Teyana Taylor, si reca nel bagno della loro abitazione quando le si rompono le acque. La gestazione era finita, così aveva deciso la piccola che Teyana portava in grembo: era giunta l’ora di venire al mondo, cogliendo alla sprovvista i genitori che non hanno avuto il tempo di aspettare l’arrivo dell’ambulanza per recarsi in ospedale.

Era troppo tardi per spostarsi, così Shumpert si è dovuto calare in fretta e furia nello strano ruolo di ostetrico per far nascere la piccola creatura. Prima ha guidato la compagna – come poi raccontato da lei stessa su Instagram – nella delicata operazione del parto naturale, dopodiché ha proceduto col taglio del cordone ombelicale con delle cuffiette auricolari per ascoltare la radio, usate per l’evenienza come bisturi.

Il tutto è andato alla perfezione e pochi minuti dopo la nascita anche il 911 giunto sul posto in breve tempo ha constatato la buona salute della piccolina, chiamata Iman Tayla Jr. dai suoi genitori. Un momento emozionante per Shumpert che diventa padre all’età di 25 anni, una gioia immensa per tutta la sua famiglia: un regalo di Natale in anticipo, il più bello che potesse desiderare.

Shumpert dovrà dedicarsi quindi a Tayla nella vita privata ma dovrà recuperare la migliore forma alla svelta e tornare nella rotazione di coach David Blatt, che ha bisogno di lui nel reparto esterni per le sue capacità di difensore sulla palla e di tiratore dall’arco in attacco.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy