Kerr pronto ad aumentare il proprio lavoro

Kerr pronto ad aumentare il proprio lavoro

Non è ancora stato fissato il giorno del ritorno per Coach Steve Kerr. Come test per il rientro, durante le prossime 2 settimane l’obiettivo per lui è di aumentare il carico di lavoro.

kerr

I campioni in carica della NBA, i Golden State Warriors, hanno affrontato il primo quarto della stagione 2015-2016 senza il proprio allenatore. L’assenza di Coach Steve Kerr, in realtà, non è pesata molto nella baia,  visto che pur con l’allenatore ad interim Luke Walton il record ad oggi è di 24-1.

Kerr è a riposo da quest’estate, a causa di due interventi alla schiena. Il primo per un’ernia il 28 luglio e il secondo per un problema alla spina dorsale il 4 settembre.

Non è ancora stato fissato il giorno del ritorno per Coach Kerr. In vista di 5 partite consecutive casalinghe, come riportato dal GM Bob Myers a Marc Stein di ESPN, l’obiettivo per lui è di aumentare il carico di lavoro, come test per un rientro a tempo pieno.

Queste le parole del Coach, riportate da Tim Kawakami di Mercury News:

«So a cosa vado incontro. Conosco il mio corpo. Saranno positive queste due settimane a casa, sarò veramente coinvolto negli allenamenti. Penso che queste due settimane andranno veramente bene.»

Nonostante il dolore e i mal di testa asfissianti che ha dovuto sopportare dopo la prima operazione, Kerr non ha mai pensato di dover saltare l’intera stagione.

«Non ci ho proprio mai pensato. Credo che tornerò. Non so esattamente quando, ma penso che tornerò ad allenare di nuovo in questa stagione.»

Steve Kerr ha poi speso parole di elogio per l’ottimo lavoro operato in sua assenza da Luke Walton, tra l’altro fresco vincitore del “Coach of the Month”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy