Seguici su

Miami Heat

Bosh: “Kobe è stato il migliore della mia generazione.”

Ancora un attestato di stima per il Mamba

bosh

Il farewell tour di Kobe Bryant è ufficialmente iniziato; per molti giocatori NBA l’annuncio del ritiro della guardia dei Lakers è diventato occasione per riflettere e per dare una collocazione a Kobe all’interno dello stardom cestistico di tutti i tempi. Il dibattito è sempre lo stesso: chi, tra Tim Duncan e Bryant stesso, è stato il giocatore più influente e decisivo degli ultimi quindici anni (con LeBron che, dopo i successi con gli Heat, è entrato prepotentemente nella discussione)? Chris Bosh ha le idee molto chiare in merito:

“Kobe è stato il migliore della mia generazione. Ha preso il posto di Michael Jordan: è stato quel tipo di giocatore che pensa prima di tutto a vincere titoli, e poi a vincere di nuovo. E lo ha fatto fin da giovanissimo. Quando i Lakers hanno fatto il threepeat, Kobe aveva poco più di vent’anni. Per me è stato fantastico vederlo arrivare al top in così poco tempo, per poi restarci tanto a lungo. Certo, hanno avuto anche loro dei problemi, ma Kobe rimane un grandissimo, uno dei migliori che abbia mai visto giocare, senza dubbio.”

Bosh si è confrontato per tante stagioni con Kobe, ma ha raggiunto l’apice alcuni anni dopo il Mamba (di cui è di sei anni più giovane). L’ala grande degli Heat ha però avuto l’occasione di giocare per quattro stagioni insieme a LeBron James, un’altra leggenda vivente del basket a stelle strisce (che si è recentemente espresso, a propria volta, su Kobe). I due si incontreranno nuovamente, da avversari, questa notte; c’è da scommettere che LeBron farà tutto il possibile per far rimangiare a Bosh le belle parole su Kobe. Il Prescelto non vuole essere considerato secondo a nessuno.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Miami Heat