Lebron James sul ritiro di Kobe: “Avevo il suo poster in camera mia. Mi ha aiutato molto”

Lebron James sul ritiro di Kobe: “Avevo il suo poster in camera mia. Mi ha aiutato molto”

Anche LeBron James ha ‘onorato’ la scelta di Kobe Bryant di ritirarsi a fine anno svelando un paio di chicche della sua infanzia con Kobe nel cuore.

Leggenda. Questa è la parola giusta per definire Kobe Bryant (leggi qui la sua lettera d’addio) e quasi certamente verrà utilizzata anche per LeBron James se continuerà su questa strada costellata di vittorie e record infranti. Proprio da LeBron ci si aspettava una dichiarazione per capire come avesse reagito alla notizia del ritiro di KB24. Intervista che non si è fatta attendere:

E’ una cosa triste. Prima o poi arriva il momento in cui devi smettere… e questo è improvvisamente diventato l’ultimo anno di Kobe. E’ triste. Ha avuto una carriera clamorosa e ha fatto molto, anche per me e la mia carriera. Avevo un suo poster in camera mia quando ero piccolo. Volevo solo essere come lui. Ho sempre detto che la mia ispirazione era Jordan, ma è anche vero che ho sempre pensato fosse troppo per me. Kobe è il tipo di giocatore che volevo essere. Volevo giocare come lui. Volevo essere meglio di lui… uno che era sempre pronto a migliorarsi, sempre pronto ad andare in palestra e lavorare duramente. Era Kobe. Ogni volta che saltavo un allenamento o che mi allenavo troppo poco mi veniva in mente lui… sentivo quindi che non stavo dando tutto come faceva lui. Mi ha aiutato molto a sviluppare la mia carriera.”

LEGGI LE DICHIARAZIONI DI KEVIN DURANT: “Lo avete trattato come una merda. Kobe è una leggenda”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy