Seguici su

Golden State Warriors

Jerry West: “Draymond Green è tra i dieci migliori giocatori dell’NBA”

Mr Logo si sbilancia: Green è un top-10

green

Jerry West – ex star NBA con i Lakers e, attualmente, collaboratore dei Golden State Warriors – ha rilasciato una dichiarazione che farà sicuramente discutere, riguardante uno dei giocatori che stanno incidendo maggiormente nello scintillante inizio di stagione degli inarrestabili Warriors: Draymond Green. Mr. Logo, infatti, intervistato da una radio di San Francisco, ha detto:

“Onestamente, penso che in squadra abbiamo due dei migliori 10 giocatori dell’NBA. Il secondo dei due è Draymond Green: è il giocatore più sottovalutato della Lega, non ci sono dubbi. Basta guardarlo portare palla, vedere il modo in cui la passa, il modo in cui difende: è dappertutto. Se non è nella top-10 dell’NBA, allora non so proprio chi lo sia.”

 

West, senza dubbio, sa riconoscere il talento cestistico quando se lo trova di fronte, dato che ha avuto la fortuna di giocare con dei campioni di livello assoluto (Wilt Chamberlain, Elgin Baylor e Gail Goodrich, per citare le star indiscusse)  e di affrontarne molti altri (Bill Russell, Bob Pettit, Oscar Robertson, …) nel corso di una carriera inimitabile; nondimeno, le sue affermazioni su Green potrebbero far storcere il naso a qualcuno. L’ala grande dei Warriors, in ogni caso, è un fenomenale esempio di all-around player moderno, in grado di fare quasi ogni cosa su un parquet NBA e di occupare con profitto praticamente 5 posizioni in campo su 5. Dopo l’esplosione, avvenuta nel corso della passata stagione, Green sta ulteriormente consolidando le proprie quotazioni, grazie a un gioco difensivo d’elite, alla costanza nel tiro da tre punti e alla durezza mentale che mette in campo in ogni match. Le cifre parlano per lui: 12.8 punti, 8.1 rimbalzi, 7.1 assist, 1.2 rubate e 1.5 stoppate a partita, con quasi il 43% da tre punti e il 48% abbondante dal campo.

I Warriors, ovviamente, sono la squadra di Steph Curry – l’altro top-10 NBA di Golden State implicitamente chiamato in causa da Jerry West – ma, senza l’apporto “oscuro” di Draymond Green, non sarebbero in grado di viaggiare ai ritmi fantascientifici che gli hanno permesso di consegnare agli archivi il miglior inizio di stagione della storia della Lega: Draymond Green c’è sempre, top-10 NBA o meno.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Golden State Warriors