13 giocatori NBA che $ono andati in rovina

13 giocatori NBA che $ono andati in rovina

Da Pippen a Shaw Kemp, da Iverson a Antoine Walker: perdere milioni di dollari in un battito di ciglia

David Harrison #13

David Harrison

Il giocatore ex Indiana Pacers è andato incontro alla disfatta finanziara post carriera NBA. Approdato ai Pacers nel 2004 come centro di riserva ha passato 4 anni all’interno della lega facendo registrare numeri modesti. Viene ricordato per aver ammesso di fumare marijuana abitualmente durante l’offseason, abitudine che si è perpetrata anche durante la regular season, facendogli “guadagnare” una sospensione dalla NBA. Una volta scaduto il contratto coi Pacers ed i diversi altri contratti con le sue ex squadre asiatiche, che gli han fatto intascare 4,4 milioni di dollari, David ha sperperato tutto, tanto che un giorno si è visto rifiutarsi la carta di credito che stava utilizzando per comperare un Happy Meal per il proprio figlioletto di 4 anni. In quel caso andò comunque bene, il manager del McDonald’s in questione lo riconobbe e gli offrì l’Happy Meal, oltre che un lavoro all’interno del Mc stesso. Lavoro che dovette abbandonare solamente due settimane più tardi perchè i clienti, dopo averlo riconosciuto, passavano 40 minuti di tempo a fargli domande sulla sua carriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy