Darren Collison si ferma per uno stiramento

Darren Collison si ferma per uno stiramento

Dopo Seth Curry, si ferma anche il prodotto di UCLA a causa di un problema muscolare: una tegola che non ci voleva per coach Karl e i suoi Kings

collison

Darren Collison dovrà rimanere ai box per qualche settimana a causa di uno stiramento che già lo ha costretto a saltare la sfida di ieri dei suoi Kings, sconfitti in casa alla Sleep Train Arena di Sacramento per 103-94 contro i campioni in carica dei Golden State Warriors.

Collison ha rimediato un problema muscolare che dagli esami strumentali si è rivelato più serio del previsto e al momento non si può stabilire una data certa di rientro in campo. Lo ha riportato James Ham della CSN Bay Area.

L’ex playmaker di Dallas Mavericks e Los Angeles Clippers tra le altre stava vivendo un ottimo inizio di stagione almeno a livello di statistiche, visto che in 30.7 minuti d’impiego ha messo insieme 15.8 punti di media e 5.2 assist di media a partita. Il suo apporto in uscita dalla panchina portava punti in pochi minuti con la second unit e dava respiro a Rajon Rondo, ora questo infortunio mette ancora più in difficoltà coach George Karl.

Infatti l’ex allenatore dei Denver Nuggets, oltre a dover rinunciare al suo playmaker di riserva, non può fare affidamento nemmeno sul terzo nel ruolo per gerarchia, ovvero Seth Curry. Il fratello di Steph soffre di un problema alla caviglia che lo costringe in infermeria e che gli ha impedito lo scontro in famiglia.

Non è ancora chiaro quanto tempo dovrà stare fuori Collison: ci vorrà ancora qualche giorno per valutare meglio l’entità dello stiramento. In ogni caso una brutta notizia per i Sacramento Kings, alle prese con un record negativo in questo avvio stagionale (al momento 1-6) nonostante le premesse in preseason fossero ben superiori. Di certo questa serie di infortuni, che ha coinvolto anche l’uomo più rappresentativo dei biancoviola DeMarcus Cousins, non aiuta nell’assemblaggio di una squadra molto rinnovata in estate e con ambizioni di lotta per i Playoffs, anche se è sempre molto complicato nella giungla della Western Conference.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy