Seguici su

L.A. Lakers

Kobe Bryant durissimo “Ora come ora sono il 200esimo giocatore della lega”

La guardia dei Los Angeles Lakers parla del suo avvio di stagione zoppicante e non si risparmia una dura autocritica.

Bryant

Non è affatto iniziata come ci si aspettava la 20esima stagione in maglia Lakers di Kobe Bryant. La guardia dei Lakers infatti, ha visto prima le sue quotazioni all’interno della lega scendere vertiginosamente, quando ESPN lo ha piazzato al #93 posto nel ranking dei giocatori NBA. Poi, con l’inizio della regular season, Bryant si è reso protagonista di tre match tutt’altro che brillanti, tirando con un desolante 31% dal campo (16/51 in tre partite) e addirittura con il 20% dalla linea dei tre punti (6/29, 2/8 nell’ultima partita contro Dallas).

Dopo la sconfitta allo Staples Center dei suoi Lakers contro i Dallas Mavericks, per 103-93, Bryant si è scatenato in una dura autocritica:

Sono il 200esimo giocatore nella lega. Sto veramente facendo schifo. Non riesco a mettere i tiri.

Byron Scott ha cercato di stemperare queste dure critiche, affermando che il cinque volte campione NBA sta continuando a mostrare la sua etica del lavoro incrollabile e suggerendo che la causa di queste prestazioni possa risiedere, in parte, nel breve stop subito da Bryant in preseason per una piccola contusione alla gamba sinistra:

Non saprei. So che non è felice di questa cosa, è deluso del mondo in cui sta tirando. Ma sta giocando duro, è competitivo come lo è sempre. Credo che sia solo questione di tempo. Sta solo cercando di recuperare il feeling.

Ma il Black Mamba non vuole cercare attenuanti, nemmeno nella fatica di una stagione stressante per il suo fisico di 37enne o nella shot selection:

Magari è così. Ma sto giocando di m***a adesso, e questo è tutto. Sto prendendo i tiri che voglio prendermi. Devo solo cominciare a metterli. A un certo punto devi solo mandare al diavolo tutto e cercare di capire come mettere il pallone dentro a quel canestro.

Anche i Los Angeles Lakers stanno attraversando un momento buio, ma Kobe ha un’idea molto chiara di come si possa superare:

Se cominciassi a mettere qualche dannato tiro, aiuterebbe. Faccio schifo adesso come adesso.

Ma Byron Scott è convinto che Bryant aiuti i Lakers in campo anche senza segnare:

Devi ancora rispettarlo là fuori, sul campo, punto. Non importa come.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers