Seguici su

Chicago Bulls

Derrick Rose ciclopico: “Gioco usando un occhio solo”

I problemi di Rose non finiscono mai. La superstar dei Bulls ha affermato che l’infortunio di qualche settimana fa non gli consente di vedere ottimamente.

Derrick Rose

Nella partita d’esordio di questa notte, Chicago ha sconfitto Cleveland 97 a 95 sotto gli occhi di Barack Obama. La vittoria è arrivata anche grazie alla buona prestazione di Derrick Rose, autore di 18 punti e 5 assist. Nonostante la performance sia stata complessivamente accettabile, la percentuale al tiro di D-Rose è stata invece rivedibile: 8-22 dal campo per un modesto 36%.

Il 29 settembre scorso, una gomitata di Gibson aveva provocato la rottura dell’osso orbitale dell’occhio sinistro di Rose. Questo infortunio ha costretto la superstar dei Bulls ad indossare una maschera protettiva durante la gara di ieri e, forse, le 14 conclusioni sbagliate sono in parte ascrivibili a questo problema. Rose, subito dopo il match, ha rilasciato dichiarazioni in merito all’infortunio: “In questo periodo, quando sono sul campo utilizzo un solo occhio. Chiudo sempre il sinistro perchè mi sono abituato così in allenamento“. Poi ha aggiunto: “Credo di stare bene. Avrei giusto potuto segnare un paio di lay-up in più“.

Il nuovo coach dei Bulls, Fred Hoiberg, ha scherzato sulla condizione di Rose: “Penso che, ora come ora, lui veda non uno…ma tre canestri. Gli ho consigliato di mirare a quello al centro“. L’allenatore è poi tornato serio: “Gli manca un po’ di percezione della profondità. Sta lavorando molto sul tiro da tre proprio per questo. In ogni caso, quello che noi vogliamo da lui, è che aggredisca sempre il canestro e che crei spazi per i compagni“.

D-Rose ha ben chiaro quale deve essere il suo contributo per il team: “Nonostante l’infortunio, sono in grado di creare situazioni positive per la squadra“. Dopo la partita di stanotte non stentiamo a credergli.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Chicago Bulls