Andrew Bogut e l’anello al dito medio: un messaggio per i Clippers

Andrew Bogut e l’anello al dito medio: un messaggio per i Clippers

Il centro campione NBA ha fatto adattare appositamente la misura dell’anello per metterlo al medio. Una sfida a Doc Rivers e ai suoi Los Angeles Clippers.

Bogut

Già due settimane fa, durante una intervista rilasciata a KNBR, Andrew Bogut aveva dichiarato di aver richiesto alla NBA di modellare il suo anello da campione NBA sul suo dito medio. Questo a causa delle dichiarazioni rilasciate da Doc Rivers, coach dei Los Angeles Clippers, secondo le quali i Golden State Warriors sarebbero stati “fortunati” a non incontrare nella corsa verso il titolo la sua squadra o i San Antonio Spurs. A questa uscita Bogut aveva risposto:

Ho fatto adattare il mio anello al dito medio così potranno baciare quello.

In quell’occasione molti hanno pensato che si trattasse di uno scherzo, o che il centro australiano stesse soltanto lanciando una provocazione. Invece, durante la cerimonia di consegna degli anelli avvenuta stanotte nella partita d’apertura della stagione 2015/16 contro i New Orleans Pelicans (poi vinta da Golden State per 111-95), tutti hanno potuto vedere con i propri occhi quanto le dichiarazioni di Bogut fossero vere.

Bogut
credits to: sportal.com.au via Google

Nell’immagine si può vedere chiaramente il proprietario dei Warriors, Joe Lacomb, che mette l’anello al dito medio del suo centro. Un messaggio molto chiaro lanciato a Doc Rivers e ai Clippers.

La prima partita tra le due compagini si giocherà il 4 novembre. Allora vedremo la risposta dei Clips alla sfida di Bogut.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy