Seguici su

Houston Rockets

James Harden in netto miglioramento dopo l’infortunio

I Rockets tirano un sospiro di sollievo dopo la paura per l’infortunio di James Harden di domenica: nonostante non sia ancora uscito un comunicato ufficiale, è lo stesso giocatore a confermare le buone condizioni del ginocchio interessato.

Non destano particolare preoccupazione le condizioni di James Harden all’indomani dell’infortunio patito domenica nel corso della gara di preseason con gli Orlando Magic. La stella dei Rockets aveva infatti dovuto abbandonare il campo nel secondo quarto della partita a seguito di una contusione al ginocchio destro, facendo sudare freddo un’intera metropoli; ma l’incidente, fortunatamente, pare non aver avuto grosse conseguenze sul giocatore.

Leggi anche: Infortunio al ginocchio per James Harden

Harden infatti è parso fin da subito in buone condizioni, lasciando il palazzetto sulle proprie gambe e camminando senza grossi problemi. I Rockets non hanno ancora rilasciato comunicati riguardo alla situazione del Barba, ma ci hanno pensato alcuni compagni di squadra a rasserenare subito gli animi: il nuovo arrivato Ty Lawson ha infatti dichiarato che “Ha detto che non si tratta di nulla di serio”, mentre Corey Brewer ha aggiunto che i giocatori sanno valutare l’entità dei colpi che ricevono, e che il compagno avrebbe “solamente urtato un po’ il ginocchio”.

Ed è stato lo stesso Harden a fugare ogni timore riguardo alle proprie condizioni fisiche, confermando le dichiarazioni dei due compagni di squadra e di non essere mai stato preoccupato, e aggiungendo di sentirsi “molto bene” anche dopo la seduta di tiro del lunedì, a cui la guardia ha partecipato regolarmente senza evidentemente avvertire problemi di alcun tipo.

Non resta dunque che attendere il comunicato ufficiale della franchigia, ma pare già più che scontato il sospirone di sollievo in casa Rockets, i quali stavano già centellinando la propria superstar in questa preseason per farla arrivare nella miglior condizione al sempre più vicino inizio della stagione regolare (il Barba sta viaggiando a 14 punti in soli 17 minuti di media in questa preseason). Houston che anche in questa stagione arriverà ai nastri di partenza con grandi ambizioni, ma che ovviamente non potrà prescindere dal pieno apporto di James Harden, runner up (mal digerito, peraltro) nella corsa all’MVP della passata stagione grazie ai 27.4 punti, 5.7 rimbalzi, 7 assist e 2 recuperi portati alla causa.

Leggi di più: Tutte le news NBA

Leggi di più: Le nostre preview stagionali

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Houston Rockets