Seguici su

Curiosità

Dudley l’indiscreto: “Adam Morrison non si lavava mai”

L’ex Milwaukee Bucks non ha peli sulla lingua nelle interviste sui colleghi: dopo Kobe e Melo, questa volta il bersaglio è Adam Morrison

dudley

Jared Dudley è un giocatore apprezzato non solo dai suoi allenatori per le qualità sul campo, ma anche se non soprattutto dai giornalisti che gravitano attorno al mondo NBA. L’ala piccola dei Washington Wizards è un elemento appetito da inviati e reporter, visto che, quando si presenta dinanzi a microfoni e taccuini, spesso e volentieri regala titoloni ad effetto col suo modo di esprimersi schietto e sincero.

Dudley è intervenuto qualche giorno fa al The Grant and Danny Show, un programma radiofonico registrato nella capitale statunitense. Il prodotto di Boston College si è raccontato in un’intervista a ruota libera toccando diversi temi sulle sue esperienze avute nella Lega. Interpellato su alcune stranezze da segnalare degli ex compagni di squadra avuti nel corso degli anni, Dudley ha rivelato quale è stato il giocatore più “disgustoso” con cui ha giocato: si tratta di Adam Morrison, con cui ha condiviso la stagione 2007/2008 con gli allora Charlotte Bobcats.

Queste le parole di Dudley.

Vi ricordate Adam Morrison? Ecco, non si lavava mai, masticava tabacco in continuazione e si vestiva sempre con le solite tre magliette che indossava tutto l’anno. Questo ragazzo ha guadagnato un sacco di soldi in quel periodo, era anche il simbolo dei diabetici: era sulle copertine della partite, era ovunque ma allo stesso tempo era anche abbastanza disgustoso.

 

Dudley non è nuovo a certe uscite a gamba tesa: per esempio solo per citarne alcune, il nativo di San Diego, California, ha affermato in passato che la maggior parte degli atleti della Lega non vogliono giocare con Kobe Bryant per i suoi comportamenti e che Carmelo Anthony è uno dei giocatori più sopravvalutati dell’intera NBA, salvo poi scusarsi a posteriori. Chissà come l’avrà presa il buon Morrison…

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Curiosità