Seguici su

Houston Rockets

Alessandro Gentile: i Rockets lo vogliono per il 2016

Alessandro Gentile in NBA? Magari non quest’anno, ma per la stagione 2016-2017 potrebbero esserci importanti novità.

alessandro gentile

Alessandro Gentile e l’NBA: uno scenario che ha del mistico, quasi del fantascientifico ma che sembra essere destinato a non avverarsi, anche a causa della reticenza del diretto interessato sullo specifico argomento. Eppure i presupposti ci sono tutti a partire dall’indiscusso talento del gioiellino italiano per arrivare all’aspetto decisamente più importante di tutti, riferendoci nello specifico al fatto che gli Houston Rockets hanno già selezionato Gentile (o meglio i “diritti” sulle sue prestazioni) al draft del 2014, avendo acquisito la 53esima chiamata dell’evento di un anno fa dai Minnesota Timberwolves, chiamata spesa proprio per Gentile.

Se dall’Italia non sembrano esserci novità, ecco che allora qualcosa si muove negli U.S.A. dove arriva la notizia riportata da Marc Stein di ESPN secondo la quale i Rockets vorrebbero fortemente portare Alessandro Gentile all’interno del loro roster per l’inizio della stagione 2016-2017.  Decisive le sue prestazioni all’Europeo giocato magistralmente dal capitano dell’Olimpia Milano (13.8 punti, 4.1 rimbalzi e 2.9 assist a partita, conditi dal 45.7 % dal campo), fatto sta che per le sue caratteristiche come la prestanza fisica, la profondità del tiro, la qualità di palleggio e la bravura nel creare gioco per sé e per i compagni, la franchigia texana è pronta a scommettere su di lui in maniera molto seria e considerando in ultimo anche il fattore età (Alessandro Gentile compirà 23 anni tra sei giorni), c’è sia il tempo che la potenzialità per vederlo tra i protagonisti del basket a stelle e strisce.

Un’operazione non proprio facilissima specialmente sotto l’aspetto finanziario, in quanto Gentile proprio nel 2014 ha rinnovato il suo contratto con l’Olimpia Milano sino al 2018: rinnovo che richiederebbe ai Rockets di accordarsi per un buyout al fine di poter firmare la guardia natia di Maddaloni e dato il poco spazio salariale di Houston non sembra essere un accordo del tutto scontato. A favore delle parti coinvolte gioca l’aumento del salary cap proprio a partire dalla prossima stagione: sarà pronto Alessandro Gentile a raggiungere gli altri italiani in NBA?

LEGGI ANCHE: Ball don’t lie!

LEGGI ANCHE: Evan Turner salta la sfida di Milano

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Houston Rockets