Seguici su

Eurobasket 2015

Eurobasket 2015, l’Italia schiaccia Israele 82-52!

Siamo a Lille. Ottavi di finale di un Eurobasket che ci ha visti (parziali) protagonisti fino a qui. Dopo aver battuto Islanda, Spagna e Germania, il primo knock-out game ci mette di fronte all’Israele di Omri Casspi & Co.

Primo Quarto – I primi 10 minuti di gioco si aprono con la palla a due vinta da Israele, ma è l’Italia che si presenta fin da subito molto bene, con un Gentile in formato “energy” e, soprattutto, con un Bargnani in formato “Mago”: capaci di costruire un minivantaggio da 7 punti a 2 nei primi minuti di gioco. Israele fatica a costruire azioni d’attacco efficaci anche a causa dei ritmi molto bassi e di una difesa, a tratti, ben organizzata; è il solo Omri Casspi a risultare pericoloso, ma tanto basta per rimanere aggrappati alla partita (12-8 con 5:10 rimanenti sul crono). La seconda metà del quarto vede l’Italia controllare il gioco grazie alla sua costante capacità di creare punti con Belo-Gentile-Gallo-Bargnani sugli scudi, ma è in difesa che la nazionale di Pianigiani fa la differenza. Sono solamente 13, infatti, i punti subiti (31% dal campo) al suono della sirena: 22-13 il punteggio. 9 punti di Belinelli (3/4 dall’arco), 7 punti di Bargnani.

Secondo Quarto – Nel secondo parziale gli azzurri si presentano con una azione corale che coinvolge tutti gli attaccanti, fino al facile layup di Hackett. Questa è la migliore immagine per spiegare l’Italia dei primi minuti di gioco appena descrittovi. Dall’altra parte, però, Israele non molla un colpo e, guidata da Mekel & Fischer, rimane a ravvicinata distanza, nonostante le difficoltà offensive: il punteggio recita 28-21 a metà quarto. Distanza che, piano piano, si riduce sempre di piu’ grazie ad attacchi mirati, capaci di mettere in difficoltà l’Italia fin da inizio Europei: su tutti il tanto nefasto pick&roll centrale. Coach Pianigiani, a 4 minuti dal termine, è costretto a chiamare time-out per dare una scossa ai suoi (il punteggio dice 30 a 26) che, immediatamente, rispondono con Alessandro Gentile: testa bassa e penetrazioni che valgono “punti facili” e tiri liberi pesanti (34-26). Negli ultimi giri d’orologio del secondo quarto Andrea Bargnani si infortuna (sulla ricaduta, dopo un tiro fallito) ed esce dal parquet di gioco, destando preoccupazione. Ma in campo gli azzurri continuano a lavorare per riportarsi a distanza di sicurezza con Aradori e Gentile finalizzatori da “area di rigore”: si chiude il primo tempo sul 40 a 30.

Terzo Quarto – Si apre con senza Andrea Bargnani il terzo periodo (problema al polpaccio con interessamento alla caviglia, ndr) per l’Italia che parte con la giusta testa. Il solito Ale Gentile firma i primi punti azzurri di questo secondo tempo con una bomba dall’arco (43-32) e con un and-one di talento puro che significano aria di fuga (46-32 a 7 minuti). Andrea Cinciarini riceve sullo scarico del solito Alessandro ed il divario si fa sempre più importante per gli azzurri che conducono 49-32 a 6.45. Timeout per gli israeliani che sembrano non avere troppa benzina per contenere i nostri. Ci prova Eliyauh a chiudere il parziale con il suo ‘solito’ lay up, ma gli azzurri, stasera, sembrano essere una macchina schiacciasassi. Si reiscsrive al match anche Danilo Gallinari con un bel circus shot accompagnato ancora una volta da Alessandro Gentile che piazza la bomba del 54-34, suo 21esimo punto con un quarto e mezzo da giocare. In difesa l’Italia stringe la cintura e Niccolò Melli chiude l’area. Si rivede anche Marco Belinelli con una magia in rovesciata per il 56-34 con gli azzurri in totale controllo. Sì, ci siamo davvero. Arrivano punti importanti da Andrea Cinciarini (monumentale la sua difesa in questo periodo) e Niccolò Melli. Tutto dall’arco. Azzurri che chiudono il terzo quarto con una tripla da distanza siderale del solito Marco Belinelli che vale 68-39 , 28-8 il punteggio nel quarto… terzo periodo letteralmente fantascientifico!

Quarto quarto – Dopo aver visto due punti di Achille Polonara, arriva poi la bomba di Amedeo Della Valle che si concede il lusso di giocare altri minuti importanti in questo, sin ad ora, fortunato Europeo. La distanza tra le due squadre si allarga addirittura a 30 punti ed è tempo di pensare già al prossimo turno per la squadra guidata da coach Pianigiani. Il match scorre leggero verso la fine: in campo, come detto, trovano punti importanti ancora una volta Amedeo Della Valle (sempre dall’arco) e compagnia. Italia che termina con una vittoria importante, una prestazione convincente ed un risultato che parla già da se: 82-52.

Da sottolineare la suprema prestazione di Alessandro Gentile che chiude la partita con 27 punti + 5 rimbalzi e tanti, davvero tanti, falli subiti.

Nel prossimo turno l’Italia affronterà la vincente tra Lituania-Georgia. L’appuntamento è per Mercoledì. Ancora una volta a Lille. Sperando, magari, nel ritorno in campo del nostro Mago… Andrea Bargnani. Ma per ora, bene così!

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Eurobasket 2015