Seguici su

Eurobasket 2015

Italia immensa! Battuta la Germania all’overtime 89-82!

Tutto pronto a Berlino per la quarta partita del girone B di Eurobasket 2015. L’Italia di coach Pianigiani e Danilo Gallinari affronta i padroni di casa della Germania, che si presenta all’appuntamento con il miglior starting-5, che vede Dennis Schroeder come playmaker e Tadda da guardia, Zipster e Nowitzki sulle ali e Benzing da centro. Risponde l’Italia con Cinciarini e Belinelli nel backcourt, Danilo Gallinari e Alessandro Gentile da ali, con Andre Bargnani nel ruolo di 5.

Primo quarto – Prima palla a due vinta dalla Germania, che realizza subito con una bella penetrazione di Schroeder. Ma risponde l’Italia con Bargnani che si impossessa di un rimbalzo in attacco e conclude al ferro. Brutta persa di Belinelli, che non trova Gentile, poi, sul ribaltamento di fronte, è bravo il #5 della nazionale a recuperare palla. Gallinari subisce un fallo che lo manda in lunetta per i primi liberi della partita. 1/2, Italia sul 3 a 2. La difesa italiana perde Tadda che segna in penetrazione, poi sbaglia Bargnani dalla lunga distanza. Dall’altra parte sbaglia anche Nowitzki. Belinelli si impossessa del rimbalzo, e Gallinari trova Cinciarini, che segna con il jumper. Ma è pronto a replicare Zipser, che mantiene la Germania in vantaggio. Primo parziale dei tedeschi che scappano sul +6 (11-5) subito dopo il primo timeout di coach Pianigiani. Bargnani viene tenuto difensivamente da Nowitzki che però sbaglia dall’altra parte, e allora c’è un’altra occasione per riavvicinarsi. Gallinari subisce un altro fallo da Zipser, ma sulla azione successiva alla rimessa è lo stesso #21 tedesco a stoppare il tiro di Gentile, e poi ad attaccare Belinelli, che si fa battere, e la Germania scappa sul 15-7. Ma c’è il gioco meraviglioso di un Danilo Gallinari sempre ispirato, che trova il taglio di Bargnani. Il Mago conclude di nuovo al ferro. Schroeder batte facilmente Hackett con il taglio backdoor, portando la Germania sul +8. Poi è lo stesso playmaker degli Atlanta Hawks a mandare Hackett in lunetta. Schroeder sbaglia il passaggio schiacciato per Pleiss, il recupero dell’Italia, che poi trova la tripla di Andrea Bargnani. Italia che si riavvicina, 17-13, ma risponde King, specialista dalla distanza. Bargnani combatte a rimbalzo dopo un’errore di Belinelli, ma è la Germania a conquistare la carambola. Poi, dopo l’errore di Maudolo dalla lunga distanza, canestro pazzesco di Alessandro Gentile. Pleiss va in post contro Bargnani a cui viene fischiato fallo: è il secondo per il lungo dei Brooklyn Nets, costretto così a lasciare spazio a Marco Cusin. Dall’altra parte però è sempre Alessandro Gentile, che segna appoggiandosi al ferro. Poi importantissimo l’aiuto di Cusin che regala l’ultimo possesso del quarto all’Italia, gestito male però da Gallinari, che consegna un tiro dalla lunghissima distanza ad Hackett, che sbaglia. Si chiude così il primo primo quarto, in salita per la Nazionale, sul 22-17 per i padroni di casa.

Secondo quarto – Campo anche per Aradori tra le file dell’Italia. Sbaglia la Germania, ma l’Italia non ne fa tesoro, con Aradori che forza una conclusione difficilissima, in fadeaway dal post, mentre i tedeschi non sprecano ancora, e trovano il +7 con Schaffartzik. Gentile assolutamente in ritmo, trova il canestro nonostante la marcatura dei tedeschi. Poi, dopo l’errore di Schaffartzik, e il rimbalzo di Cusin, è ancora Gentile show, con la tripla che vale il punto numero 22 per l’Italia. Errore difensivo per l’Italia però, che concede il gioco da tre a Tibor Pleiss. La Germania si allontana, sul 27-22. Sbaglia la tripla Gallinari, e la Germania ne approfitta di nuovo, con Schroeder che pesca Nowitzki. L’ala grande dei Dallas Mavericks non sbaglia. Poi però il #14 della Germania si macchia di un brutto fallo tecnico su Danilo Gallinari, che realizza entrambi i liberi. Sulla rimessa, tripla di Gentile che trova soltanto il primo ferro. Dall’altra parte però sbaglia anche Nowitzki, e Schaffartzik è costretto a spendere il fallo su Daniel Hackett. Gentile forza il tiro, ma trova comunque il canestro con l’ausilio della tabella, Italia che si riporta a -3, prima che Schroeder si prenda il facile jumper dalla media. Poi però è lo stesso Schroeder a perdere palla su un aiuto di Cusin. Ne approfitta Pietro Aradori che segna una bella tripla, grazie anche al lavoro sporco di Cusin, che blocca magistralmente il marcatore. Il nuovo giocatore di Reggio Emilia replica anche dopo i liberi di Nowitzki, con una tripla dall’angolo, ma la difesa dell’Italia non può nulla sul canestro in contropiede di Dennis Schroeder. Niccolò Melli si guadagna il fallo su Dirk Nowitzki, ma poi sbaglia la tripla. Segna ancora Schroeder, ma Gallinari non molla l’osso e tiene attaccata l’Italia con la tripla del 35-38. E di nuovo, anche lui dopo i liberi di Nowitzki, si costruisce una tripla meravigliosa. Melli manda in lunetta Schroeder che sembra essere veramente l’uomo in più della Germania in questa fase della partita. Benzing spende il suo secondo fallo su Melli, mandandolo in lunetta. 2/2 per l’ex Olimpia Milano. Buona la difesa di Hackett su Schroeder, poi Belinelli sbaglia la tripla. Schroeder può giocare uno degli ultimi possessi del primo tempo. Apertura illuminante per Zipser che sbaglia la tripla. Rimbalzo Italia, Aradori guida il contropiede con pochissimi secondi sul cronometro, Trova il taglio di Hackett che batte il cronometro e la pareggia a quota 42 mentre la sirena mette fine al secondo quarto.

Terzo quarto – La partita ricomincia con Schroeder di nuovo a mettere la quarta, ma stavolta Bargnani lo limita egregiamente. Spreca Belinelli, che si prende una tripla da centrocampo, sbagliandola. Non è perfetto nemmeno Nowitzki, che sbaglia in penetrazione, ma l’attacco dell’Italia tarda ad ingranare e costringe Gallinari a forzare la conclusione. Cinciarini con il fallo manda Schroeder in lunetta, e il #17 fa 2/2. Sbaglia poi Cinciarini in attacco, e Schroeder, indemoniato porta di nuovo la Germania sul +4. Belinelli si guadagna i liberi grazie al fallo di Zipser, ma ne realizza soltanto 1, è il suo primo punto della partita. Poi la nuova guardia dei Sacramento Kings si carica del suo terzo fallo, ma la Germania non può passare se c’è Andrea Bargnani a presidiare il canestro e a negare i punti a Dirk Nowitzki, con la stoppata. Poi l’Italia fa girare palla e trova Belinelli, per il 45-46. Alley-oop di Schroeder che trova Zipser, conclusione facile del tedesco, e Germania che torna a +3 (48-45). Schroeder da solo sconvolge la difesa dell’Italia, apre sul perimetro, dove Tadda cerca Benzing, che prova la tripla. Errore per lui, ma Nowitzki tiene vivo il pallone catturando il rimbalzo e apre di nuovo per il #12, che stavolta, dal perimetro, non sbaglia. La Germania scappa, di nuovo sul +8, poi Hackett forza il tiro, rimbalzo Germania, che conduce un contropiede magistrale e Dirk Nowitzki è una sentenza. Germania a +10 (55-45), con l’Italia in difficoltà che non riesce a segnare. Ad aggravare la situazione arriva il terzo fallo di Bargnani, che però si inventa un canestro per far uscire l’Italia dalla impasse realizzativa. Poi è bravo Gallinari a intercettare il passaggio e a costringere King al fallo. Situazione che si ripete pochi istanti dopo, quando il giocatore dell’Alba Berlino deve caricarsi di nuovo di un fallo per limitare l’ala dei Denver Nuggets. Gallinari in lunetta a segnare i liberi. La Germania si ferma in attacco, e allora Gallinari continua ad attaccare su King, che commette di nuovo un fallo, il numero 4 per lui, costretto a uscire. Il Gallo continua a segnare dalla lunetta e riavvicina l’Italia sul -4 (55-51). Poi Maudolo trova Pleiss sotto le plance. Gancio a segno per il centro degli Utah Jazz. Sbaglia una tripla Bargnani, poi monumentale Danilo Gallinari che prende un rimbalzo di prepotenza e va a segnare col fallo in faccia a tutta la difesa della Germania. Bargnani mette anche l’anima in difesa contro Maudolo, ma l’Italia commette fallo in attacco. Maudolo non sbaglia la sua seconda occasione, poi l’Italia sbaglia la penetrazione, perdendo palla, ma Gavel si mangia il canestro da solo sulla sirena. La frazione si conclude sul 59-54 per la Germania.

Quarto quarto – In apertura di quarto persa sanguinosa di Belinelli, ma Maudolo si divora l’occasione, poi Bargnani attacca Pleiss e segna il -3 Italia. Rimette le cose a posto per la Germania Schaffartzik, poi nuova persa per l’Italia, che innesca il contropiede di Gavel, che stavolta sul contropiede aspetta il contatto di Gentile per prendersi almeno i liberi. Aradori trova Bargnani che con il jumper dalla media avvicina di nuovo l’Italia sul 58-63, poi è Gentile, dopo l’errore della Germania, segna per il -2. Poi è Gentile show, fase 2, con il #5 a spazzare via la difesa di King e a pareggiarla a quota 63. Benzing va corto sulla tripla, ma Gentile non riesce a trovare Marco Belinelli, e l’occasione del sorpasso Italia sfuma. Poi Schroeder va a pescare un jolly, con il gioco da 3 per fallo dubbio di Aradori. Il playmaker degli Hawks completa segna il libero, mentre l’Italia sbaglia e così Nowitzki ha l’occasione di bruciare Bargnani e portare la Germania sul +4, ma Marco Belinelli non ci sta! Tripla siderale del Beli, che trova il ritmo e, con un’altra tripla, a  segna il sorpasso Italia sul 69-68. Schroeder continua a mettere a ferro e fuoco la difesa italiana, con Bargnani costretto a spendere il fallo. Sulla rimessa Schroeder sbaglia il jumper e Gallinari è un leone sul rimbalzo. Contesa, ma per la regola del possesso alternato è palla Germania, che non spreca più e segna. 70-69 per i tedeschi, poi l’Italia forza trovando solo l’airball di Gentile. Dopo i liberi di Zipser (1/2) errore da tre di Belinelli. Schroeder punta Gentile che lo lascia passare e lo stoppa contro il tabellone. Riparte l’Italia, con Gallinari di nuovo a lottare come una tigre su ogni pallone. L’Italia trova il quinto fallo di Benzing che chiude così la sua partita. Belinelli forza di nuovo, sbagliando. Poi però, errore della Germania, Belinelli dall’altra parte pesca Cinciarini sul perimetro. Nuovo pareggio a quota 71. Ma Schroeder è un incubo, infila Gallinari e riporta la Germania davanti. Dall’altra parte però, è lo stesso Gallinari a prendersi il fallo di King, costretto anche lui a lasciare il match. La Germania sceglie un quintetto leggerissimo, con Nowitzki centro, ma Gallinari sbaglia il primo libero. Non il secondo però, Italia a -1 (73-72). Schroeder infila di nuovo la difesa, ma sbaglia l’appoggio, la palla non entra, se ne impossessa Gallinari, ma l’Italia spreca in attacco. Nel momento decisivo, con 30 secondi sul cronometro, Schroeder infila di nuovo Bargnani e stavolta non sbaglia l’appoggio. Germania 75 Italia 72, con poco più di 27 secondi da giocare. Pianigiani chiama due punti veloci dalla rimessa, Gentile prende palla e subisce fallo da Gavel che lo manda in lunetta. Sono due liberi che pesano come macigni. Entrambi dentro. Fallo di Gentile su Schroeder, è il quinto per lui, che lascia la partita, ma il playmaker tedesco sbaglia il primo tiro dalla linea della carità. Non sbaglia il secondo. L’Italia gestisce il pallone Gallinari che entra in area e con una freddezza impressionante segna in faccia alla Germania, a Berlino, i punti del pareggio. 76 pari, con 4.6 secondi sul cronometro. Schroeder sbaglia l’ultima penetrazione, la più importante. OVERTIME!!

OvertimeCinciarini gestisce il pallone e trova Bargnani che segna un canestro delizioso dalla media, ma la Germania è anche Dirk Nowitzki, che pareggia di nuovo. Bargnani trova la conclusione da sotto, Nowitzki la spazza via, ma la Germania non segna, e allora è Gallinari a guadagnarsi i liberi grazie al fallo di Zipser. Li realizza entrambi il #8 della Nazionale. Nowitzki attacca Bargnani, arriva il raddoppio di Cinciarini, ma gli arbitri fischiano fallo contro il Mago, il numero cinque per lui, che lascia la partita. Lo sostituisce Hackett. Quintetto basso anche per l’Italia. Nowitzki non sbaglia i suoi liberi. Poi Schroeder cade sul blocco di Danilo Gallinari, fallo in attacco contro l’Italia, ma sbaglia la conclusione Nowitzki. Sull’80 pari, Belinelli forza la tripla marcato, trova solo il primo ferro. Dirk Nowitzki sbaglia il suo tiro, ma l’Italia spreca, con Hackett che non riesce a segnare. Perde palla però la Germania, e dà il là all’azione offensiva insistita dell’Italia, con Aradori e Belinelli a prendersi tiri importantissimi senza riuscire a trasformarli. Mette ordine Gallinari, che prende il rimbalzo e si prende il fallo. Due liberi trasformati. Ma Schroeder infila di nuovo la difesa, scarica per Zipser, ed è di nuovo pareggio sull’82 pari. Poi è solo Gallinari, con il canestro in stepback del +2, la difesa su Schroeder, che cade, ma non è fallo, riparte l’Italia, che serve la tripla a Belinelli su un piatto d’argento. E stavolta il #3 non sbaglia. La Germania sbaglia la conclusione disperata e fa fallo su Belinelli. Arrivano i due liberi. Non c’è errore. Finisce qui! Italia 89 Germania 82! L’Italia può cominciare a fare le valigie per Lille!

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Eurobasket 2015