Seguici su

Minnesota Timberwolves

Ricky Rubio è sicuro “Non verrò scambiato”

Quando un giocatore entra a far parte della NBA mette anche in conto il fatto che la franchigia in cui milita possa decidere improvvisamente di scambiarlo, pur senza chiedere il suo parere, e mandarlo, di punto in bianco, da un lato all’altro degli Stati Uniti. Pochissimi giocatori, perlopiù delle superstar o delle vere e proprie icone, riescono a far inserire nel loro contratto una clausola che impedisce alla società di decidere unilateralmente se mandarli via o meno.

Questo non è ancora il caso di Ricky Rubio che conosce benissimo la precarietà della sua posizione, come quella di qualsiasi giocatore NBA. Ma, in una intervista concessa a Jamie Goodwin di Gulf News, giornale di Dubai, la point-guard spagnola ha tenuto a rassicurare i suoi tifosi:

Sono sicuro che [i T’wolves] mi vogliano ma, sai, in questa lega tutti possono essere scambiati. Ma tu non stai a sentire le voci. Vivi solo giorno per giorno, e questo è tutto.”

Nel corso dell’intervista sarebbe trapelato anche, da parte di Rubio, un forte senso di attaccamento nei confronti della franchigia di Minneapolis, la prima ad aver creduto in lui, e l’unica organizzazione NBA nella quale Rubio abbia giocato fino a oggi, e il desiderio dello spagnolo, ex Barcelona, di rimanere in Minnesota, soprattutto ora che così ampi margini di miglioramento si aprono per l’intera franchigia.

Leggi anche: Ricky Rubio “Trascinerò i T’wolves ai playoff”

D’altro canto nemmeno i Timberwolves avrebbero un reale interesse nello scambiare Rubio, che ha ancora tre anni di contratto a circa 14 milioni $ a stagione, e che si è imposto, se in salute, come un buonissimo playmaker passatore, e una delle migliori opzioni difensive della squadra. Inoltre, a soli 24 anni, Rubio è il giocatore ideale per dare impulso alla ricostruzione di Minnesota che godrà, dall’anno prossimo, delle prestazioni di Andrew Wiggins (fresco del titolo di Rookie of the Year) e di Karl Anthony Towns (scelta #1 dello scorso Draft), che non potranno che giovare dell’abilità di passatore dello spagnolo.

Leggi anche: “Wiggins sarà MVP” parola di Ricky Rubio

Dopo aver giocato soltanto 22 partite nella scorsa stagione a causa di un infortunio alla caviglia, Ricky Rubio ha fatto comunque registrare buone medie (10.3 pts, 5.7 rbd, 8.8 ass e 1.7 stl a partita), in linea con le sue medie in carriera che parlano, in quattro stagioni a Minneapolis, di 10.2 pts, 4.3 rbd, 8.2 ass e 2.3 stl, e dovrebbe presentarsi ristabilito e completamente in forma al prossimo training camp dei Timberwolves. Non resta quindi che aspettare e sperare in una grande stagione del #9 dei T’wolves.

Leggi anche: Ricky Rubio parla di KG

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Minnesota Timberwolves