Seguici su

Utah Jazz

Gobert stupito dalla mancata convocazione di Favors: “Ma si è ritirato?”

Gli Utah Jazz stanno vivendo in questi giorni un mix di emozioni contrastanti. Alla gioia per Rudy Gobert, confermatissimo nel roster della nazionale francese, e Gordon Hayward, che è entrato a far parte del gruppo di 34 giocatori che parteciperà al minicamp di Team USA previsto per fine agosto, si affianca infatti la tristezza quando i pensieri dei tifosi di Salt Lake City si rivolgono a Dante Exum, vittima di un grave infortunio, a Joe Ingles che si è allontanato dalla nazionale australiana e al sorpasso sul filo di lana, sempre per il minicamp, di Michael Carter Williams dei Bucks sulla PG dei Jazz, Trey Burke.

Ma la notizia più sconvolgente, almeno agli occhi di Rudy Gobert, è stata l’esclusione, dalla rosa di quei trentaquattro nomi, di uno degli uomini più rappresentativi di Utah, Derrick Favors. Il centro francese ha infatti commentato su Twitter la lista dei nomi convocati al minicamp in questo modo:

Nella stagione appena trascorsa il 23enne Favors ha fatto registrare medie molto buone, con 16 pts, 8.2 rbd e 1.7 blk a partita, distinguendosi come il secondo realizzatore della squadra (dietro a Hayward) e il secondo rimbalzista (dietro proprio a Gobert). Di sicuro il prodotto di Georgia Tech si è distinto come uno dei leader della seconda squadra più giovane della lega (24.1 anni di media), una squadra pronta a migliorare il prossimo anno, anche senza Exum, il record di 38-44 assommato quest’anno.

Di certo lo stupore di Gobert è comprensibile, ma bisogna sempre ricordare che la lista dei giocatori esclusi dalla nazionale USA può sempre essere un’altra nazionale a sua volta. Sarebbe impossibile portare al camp ogni buon giocatore statunitense, e anche se Favors potrebbe essere, sulla carta, un giocatore migliore rispetto ad alcuni dei convocati, ci sono moltissimi fattori da tenere in considerazione, che vanno dal possibile ruolo del giocatore all’interno del roster di Team USA, alle sue precedenti partecipazioni al programma. Per questo il compito di Jerry Colangelo e di coach Mike Krzyzewski è probabilmente uno dei più difficili di tutto il basket USA.

A Derrick Favors non resta che aspettare la sua prossima occasione, ben cosciente di avere uno sponsor importante nel suo compagno di squadra: Rudy Gobert.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Utah Jazz