Seguici su

Ufficialità

I Cavs cedono Mike Miller e Brendan Haywood ai Portland Trail Blazers

Dopo un mercato in entrata fondamentalmente statico incentrato per lo più a confermare, sia contrattualmente che dal punto di vista tecnico, i giocatori già presenti in squadra diventati free agent al termine della stagione, i Cleveland Cavs si accingono a liberare un po’ di spazio salariale per evitare di pagare (ulteriormente) una luxury tax già inevitabilmente raggiunta.

LEGGI TUTTE LE NEWS DI MERCATO

Come riportato dallo stacanovista insider del mondo NBA, il giornalista di Yahoo! Sports Adrian Wojnarowski, i Cavs hanno ceduto ai Portland Trail Blazers sia Mike Miller che Brandan Haywood, liberandosi di  oltre 12 milioni di dollari di ingaggio, nello specifico 10 relativi ad Haywood e 2.8 relativi a Mike Miller.

A Portland, che in questa free agency ha letteralmente “smembrato” il roster specialmente dal punto di vista dei giocatori titolari ed è quindi in fase di ricostruzione, andranno anche una seconda scelta dei Cavs del 2019 ed una del 2020. L’operazione in sé è molto articolata soprattutto dal punto di vista “contabile” e vi riportiamo le parole di Wojnarowski volte a chiarificare i vantaggi che Cleveland ha ottenuto da questa cessione:

“I Cavs avranno a disposizione due distinte trade exceptions  del valore di 10.5 e 2.8 milioni di dollari ed avranno un anno solare di tempo per usufruirne. I Cavs possono usare una trade exception per ingaggiare un giocatore già sotto contratto, con i salari che andranno ad impattare sul salary cap ma non comporteranno un innalzamento della luxury tax”.

Come specifica infine Woj, difficilmente difficilmente il front office dei Cavs usufruirà di queste eccezioni salariali ed anzi tale mossa è servita solo a due motivi: liberarsi dell’imponente contratto di Haywood che sarebbe divenuto garantito entro pochi giorni e risparmiare, come già anticipato, diversi milioni di dollari da pagare causa luxury tax.

Portland invece con molta probabilità taglierà entrambi i giocatori, specialmente Haywood che non ha lo stipendio garantito, ma non è escluso che possano confermare almeno Miller, mentre in futuro usufruiranno delle scelte al draft ottenute nello scambio.

LEGGI TUTTI GLI AFFARI CONCLUSI

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Ufficialità