Seguici su

Cleveland Cavaliers

Tristan Thompson vuole un contratto vicino al massimo salariale

L’agente di Tristan Thompson, lungo dei Cleveland Cavaliers impegnati nelle Finals NBA contro i Golden State Warriors, ha fatto sapere alla dirigenza della franchigia dell’Ohio che il suo assistito vorrà firmare un nuovo accordo che si avvicini al massimo salariale consentito.

Thompson, che sarà restricted free agent al termine di questa stagione – nella quale l’ex quarta scelta assoluta al Draft 2011 ha guadagnato $5,138,430 – ha “approfittato” dell’infortunio accorso a Kevin Love per entrare nello starting five dei Cavs a partire dalla serie playoff contro i Chicago Bulls, offrendo alla causa una grande difesa e catturando una media di oltre 10 rimbalzi per partita giocata. In queste Finals la power forward ha alzato il proprio rendimento, anche a livello di cifre, come testimoniano i 13,5 rimbalzi di media a partita.

L’entourage di Tristan Thompson vuole monetizzare i buoni playoff giocati dal proprio cliente, e vorrà una cifra superiore a quella propostagli lo scorso ottobre, pari a 52 milioni di dollari per 4 anni di contratto.

La questione, come riporta Bob Finnan del The News-Herald, è se i Cleveland Cavs vorranno avere nella stessa posizione di ala forte due giocatori (Love ed appunto Thompson) in possesso di accordi vicino al massimo salariale. Secondo il giornalista, la dirigenza dei Cavaliers verrà incontro alle richieste economiche di Thompson, soprattutto per la stima e la fiducia che Lebron James ripone in lui.

Infatti il nativo di Akron ha dichiarato:

Tristan merita pienamente di essere un giocatore dei Cavs per tutta la sua carriera. E’ uno dei pilastri della squadra. Lui è un tipo calmo e tranquillo, senza nessun tipo di pretesa quando si rivolge ai media o a noi negli spogliatoi, ma in campo si fa sentire eccome quando c’è da alzare la voce.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Cleveland Cavaliers