Seguici su

Playoffs NBA 2015

Warriors – Grizzlies: top&flop di gara 6

Si è conclusa a Memphis la serie tra Golden State e i Grizzlies. 4-2 per gli uomini di Kerr che, sotto 3-1, sono stati capaci di vincere tre partite in fila e ad aggiudicarsi un posto nelle finali di Conference, dove mancano, mancavano pardon, dal ’74. Ecco i nostri top&flop della sfida decisiva.

GOLDEN STATE WARRIORS

Stephen Curry: qualsiasi aggettivo sarebbe superfluo. Gioca un primo tempo pazzesco tra punti e assists. Indirizza bene i suoi compagni e tutta la partita verso una, ed una sola, direzione: la vittoria. Conley prova a tenerlo a bada, ma l’MVP si dimostra di un altro pianeta. Voto: 8,5

Klay Thompson: il secondo degli splash brothers in questa gara 5 non è da meno. Primo quarto con 3 triple su 3 tentate, secondo di altissima intensità. Insieme all’altro gemellino del gol, chiude la partita già all’intervallo lungo. Voto: 8

Harrison Barnes: come tutto il resta della squadra, parte benissimo. Aggressivo in attacco e attento in difesa, continua ad essere caldo come nelle altre partite della serie. Sempre più importante per questa squadra. Voto: 7,5

Draymond Green: sempre più determinate. Non giocando la miglior partita della serie, Draymond Green rimane una certezza sia in difesa che in attacco. La doppia – doppia da 16 e 12 rimbalzi sta lì a testimoniarlo. Voto: 7

Andrew Bogut: vero pilastro difensivo dei Warriors, l’australiano ha quasi vita “facile”. Gasol e Randolph non sono tra i più ispirati e lui ne trae ovviamente vantaggio. In attacco, blocchi sempre di gran qualità. Voto: 6,5

Shaun Livingston: l’ex giocatore dei Nets continua ad essere un ottimo sostituto di Curry. Con caratteristiche molto diverse, riesce a non far sentire la mancanza del 30 e a tenere alto il ritmo della squadra. Per uno che ha rischiato di non camminare più, è tantissima roba. Voto: 7

MEMPHIS GRIZZLIES

Mike Conley: il paly dei Grizzlies ci ha provato. Eccome se ci ha provato. Ma tra la maschera ed il “mostro” da marcare (Curry, ndr), non è mai riuscito ad entrare bene in partita. Percentuali al tiro bruttine e letture non sempre azzeccato. Peccato, perché al 100%, sarebbe stata un’altra storia. Voto: 6

Courtney Lee: anche lui non gioca una gran partita. Tira male e difensivamente viene molto preso di mira da Barnes, praticamente indemoniato. Voto: 5

Tony Allen: torna in quintetto nella speranza che possa risolvere un po’ la situazione. Ma, purtroppo per lui e la squadra, le cose non vanno così. Gioca poco più di 5 minuti, troppo pochi per dare un giudizio. SV

Marc Gasol: il centro catalano è l’unico che ci prova davvero. Sembra quello più dentro la partita di tutti, si prende le sue responsabilità ma non va come dice lui. Ultima partita al FedEx Forum? Voto: 6,5

Zach Randolph: l’altro lungo di Joerger gioca una partita decisamente mediocre. Green difensivamente lo sovrasta, impedendogli di giocare come sa fare di solito. Peccato perché sarebbe potuto essere molto più decisivo. Voto: 5,5

Jeff Green: anche per l’ex Celtics non una gran partita. Litiga spesso col ferro e non riesce a dare quella scossa di adrenalina che spesso porta in ambo i lati del campo. Voto: 4,5

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015