Seguici su

Playoffs NBA 2015

Wizards-Hawks: Top&Flop di Gara 6

WASHINGTON – Si conclude all’ultimo respiro gara 6 tra i Washington Wizards e gli Atlanta Hawks con il tiro di Pierce oltre la sirena che consegna la vittoria e il passaggio del turno al team di coach Budenholzer. Gli Hawks andranno ad affrontare nella finale della Eastern Conference i Cleveland Cavaliers che hanno superato i Chicago Bulls 4-2.

LEGGI DI PIÙ: Finale thriller, Atlanta espugna Washington e vola in finale

Con la serie che si è conclusa sul 4 a 2 in favore degli Hawks andiamo a vedere i protagonisti di questa gara 6 attraverso i Top&Flop.

 

ATLANTA HAWKS

 

Teague, voto 7,5. Una partita da Jeff Teague quella del #0, 20 punti con 8/13 dal campo, 5 rimbalzi e 7 assist di cui gli ultimi due in fotocopia per Carroll che danno 4 punti di vantaggio agli Hawks in un momento importante del match, in questa gara 6 si è rivisto il vero Teague. Fondamentale

Korver, voto 4. Si potrebbe riassumere il voto dato nella sola rimessa dal fondo fatta con un piede dentro il campo che ha causato una palla persa sanguinosa agli Hawks per far capire che partita è stata per Kyle. Segna solo 2 punti con 1/8 dal campo e 0/7 da tre, l’unico lampo nella sua partita è una stoppata nel 2° quarto. Inguardabile

Carroll, voto 8. Finalmente è tornato il Carroll dei primi due episodi della serie, concreto in attacco e in difesa su Pierce che è stato escluso dal gioco, 25 punti con 9/14 al tiro e 3/5 da tre punti a cui aggiunge anche 10 rimbalzi e due tagli fondamentali verso canestro per ricevere gli assist di Teague e segnare appoggiando al vetro prima il +2 e poi il +4. Man of the match

Millsap, voto 7. Doppia doppia da 20 punti e 13 rimbalzi anche se litiga col canestro (7/20 al tiro) ed è poco attento in difesa commettendo 5 falli, ha però il merito nel 2° quarto di caricarsi la squadra sulle spalle segnando 10 punti e a condurla fino al +6 dell’intervallo. Forse ci siamo

Horford, voto 6,5. Niente doppia doppia questa volta per il #15 (13 punti e 7 rimbalzi) ma è sempre presente sia in attacco con i suoi jumper che in difesa dove nell’ultimo quarto rifila 2 stoppate ai Wizards e chiudendo le linee di penetrazione. Puntuale

Schröder, voto 5,5. Il playmaker di riserva degli Hawks non riesce a dare il suo solito contributo dalla panchina, 9 punti e 3/12 al tiro sono troppo pochi per un giocatore con ben altre cifre nelle precedenti 5 gare, sarà chiamato alla prova di maturità nella prossima serie contro i Cavs. Rimandato

 

 

WASHINGTON WIZARDS

 

Wall, voto 7,5. Nonostante l’infortunio guida i Wizards in questa gara 6, segna 20 punti, anche se con 7/21 dal campo, fa girare bene la squadra distribuendo ben 13 assist e ha la lucidità finale di trovare Pierce a cui affidare il tiro finale, peccato per l’infortunio che ne ha limitato l’impiego. Condottiero

Beal, voto 7. Il compagno di backcourt di Wall segna 29 punti (7,2,9,7 i punti nei quarti) difendendo in maniera egregia su Korver messo totalmente fuori partita e riavvicinando Washington nel finale, nonostante la sconfitta sarà tutta esperienza che si porterà dietro negli anni futuri il #3. Concentrato

Pierce, voto 6. Sufficienza più per la personalità di The Truth che per la partita in sé. Il veterano infatti, nonostante la pessima serata al tiro con solo 4 punti con 1/7 dal campo e 0/2 da tre, si prende la responsabilità da vero leader del tiro decisivo che manda a segno però con 1 decimo di ritardo, la sua gioia prima e il suo sconforto poi dicono tutto. Chissà se deciderà di continuare o smettere, comunque sia ha giocato dei playoffs immensi. Ultimo canto del cigno (?)

LEGGI DI PIÙ: Paul Pierce: “Non so se continuerò a giocare”

Nenè e Gortat, voto 5. Mancano totalmente in questa partita, il brasiliano ci prova catturando 11 rimbalzi ma sbaglia dei tiri banali, tra cui un appoggio al vetro nel finale; il polacco invece cattura solo 3 rimbalzi e segna 2 punti con coach Wittman che gli preferisce Seraphin nei momenti decisivi.
Fuori partita

Porter, voto 6,5. Il sophomore dei Wizards gioca una partita di sostanza pur segnando solo 7 punti in 34’, va a rimbalzo con la giusta cattiveria catturando 8 carambole di cui ben 6 offensivi (3 nella stessa azione) e tiene il campo con la mentalità giusta da playoffs. Il futuro dei Wizards

Seraphin, voto 7. Messo in campo da Wittman, per sostituire un Gortat non in partita, segna 13 punti in 28’, cattura 8 rimbalzi e dà quell’energia che permette a Washington di rimanere in partita nei momenti di difficoltà. Sorpresa

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015