Seguici su

Playoffs NBA 2015

Wizards-Hawks: dichiarazioni post Gara2

Gli Atlanta Hawks sono riusciti, dopo una gara intensa, a riportare la serie in parità stanotte dopo la vittoria per 106-90 contro i Washington Wizards. Partita sostanzialmente simile a Gara1, ma con esiti ovviamente differenti. Ma passiamo ora alle dichiarazioni post partita, iniziando da Ramon Sessions, stanotte nello starting-five dopo l’infortunio occorso a John Wall in Gara1:

– Parlaci della tua performance Ramon? Secondo te come è andata?

Ho saputo di essere titolare stanotte solo poco prima della partita, credo 15 minuti prima, quando mi hanno detto che John (Wall) non avrebbe fatto parte del roster della squadra. Ho cercato di essere aggressivo, di giocare la mia partita, cercando di seguire le tracce di John. Ma non è soltanto un discorso personale, abbiamo giocato tutti abbastanza bene, abbiamo dato il massimo. Ora dobbiamo concentrarci di nuovo per la prossima partita di sabato, in casa davanti ai nostri tifosi.

– Cosa hai visto nella difesa degli Hawks stanotte per poter prendere così confidenza al tiro?

Per essere onesto credo nulla, ho cercato solo di essere aggressivo in tutte le situazioni offensive, ho cercato di mettere quanti più tiri possibili per aiutare la mia squadra. Ma non credo sia dovuto a qualche errore particolare della difesa di Atlanta, ho solo cercato di fare la mia partita.

La parola ora passa a coach Randy Wittman, soddisfatto per quello che hanno fatto vedere i suoi ragazzi.

– Quale è stata il fattore che vi ha fatto perdere questa partita, soprattutto per quanto riguarda il 4° quarto?

Atlanta è riuscita a fare più punti facili sotto canestro di noi, soprattutto nell’ultimo periodo. Noi abbiamo avuto un po’ di layup sbagliati, un po’ di tiri forzati e nel frattempo loro hanno messo qualche tiro importante. Così ci siamo ritrovati sotto di 8-9 punti e abbiamo perso l’opportunità di ritornare in partita.

– Hai qualche notizia sulla condizione di John (Wall)?

Attualmente no. Abbiamo valutato il suo stato di forma prima della partita e abbiamo deciso di non farlo giocare, era troppo per la sua condizione fisica. Adesso abbiamo questa piccola pausa prima di Gara3 e quindi potrà sicuramente ritornare in condizione per dare il massimo di fronte ai suoi fans. Penso che Sessions abbia giocato un’ottima partita e sia stato un buon sostituto per John, quindi non credo sia il caso di allarmarsi per ora per la situazione di JW.

–  Sei soddisfatto del lavoro fatto sotto canestro, dei movimenti sia in attacco che in difesa dei vostri lunghi?

Penso che avremmo dovuto tirare qualche tiro libero in più per alcuni falli non fischiati sotto canestro, ma sono soddisfatto di quello che hanno fatto i miei ragazzi. Vogliamo attaccare il canestro a tutti i costi, sappiamo come farlo, e ogni sera ci proveremo. I risultati poi si vedranno.

– Quale è la differenza tra partite come quelle di stasera e quelle del primo turno?

Credo quasi nessuna. Ovviamente la pressione è più elevata, le squadre lottano sempre di più, ma credo che non ci siano differenze così grosse. Abbiamo giocatori in grado di affrontare queste partite, quindi siamo pronti per tutto questo. 

Per quanto riguarda gli Atlanta Hawks, l’unica intervista resa attualmente pubblica è quella di Al Horford, autore di una partita da 18 punti, 4 rimbalzi e 6 assist.

– Siete riusciti a mantenere una buona percentuale al tiro sin dalla serie con Brooklyn. State facendo un lavoro particolare a riguardo?

Semplicemente continuiamo a giocare come abbiamo sempre fatto, continuiamo a prenderci tiri che abbiamo preso per tutta la stagione. Sappiamo che c’è sempre più intensità nei Playoffs, le partite saranno sempre più dure sia fisicamente che mentalmente, ma sappiamo come comportarci per questo tipo di prove. 

– Come è stata la partita dal punto di vista della difesa?

E’ stata una grande partita sotto quel punto di vista. Prima di iniziare l’ultimo periodo ci siamo detti che dovevamo migliorare la nostra difesa, e penso che l’abbiamo fatto. Siamo una squadra di giovani ragazzi, con poca esperienza ai Playoffs, però siamo pronti per queste partite e stasera sono contento di aver vinto di fronte al nostro pubblico. 

– Quanto è importante per voi cercare di mantenere alto il livello di intensità?

E’ fondamentale per noi. Sapete, in campo durante queste partite entri e devi competere per ottenere un buon risultato. E per farlo devi essere determinato fino in fondo; penso che questa squadra lo sia veramente, è determinate ogni singolo momento per portare a casa la vittoria. Stasera ci siamo riusciti. 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015