Seguici su

Playoffs NBA 2015

Golden State-Memphis: Conley rientra e impatta la serie

Gara1 ha visto i Grizzlies cedere il passo agli Warriors senza opporsi troppo. Coach Kerr e i suoi non hanno lasciato scampo alla franchigia del Tennessee amministrando la partita dall’inizio alla fine con tranquillità ed il solito ritmo da schiacciasassi. La prestazione dei Grizzlies nel complesso non è stata nemmeno malvagia. Se teniamo conto di come si erano sbarazzati di Portland al primo turno e di come siano sembrati inermi di fronte a Golden State cominciamo a capire quanto effettivamente la rappresentativa californiana faccia sul serio. A mettere il carico da novanta sul primo episodio della serie per Memphis è stata l’assenza causa infortunio di Conley, di cui non si deve rammentare l’importanza per i suoi. Gara2 ha quanto meno l’odore della rivalsa per “Z-Bo” e affini, quello del sangue per gli “splash brothers”.

 

Primo Quarto: Mike Conley nello starting line up di Gara2 per i Grizzlies. E’ proprio lui ad amministrare il primo pallone della partita, finalizzato da Randolph. Poco dopo comincia la festa. Dopo un canestro di Thompson arriva la prima tripla del neo MVP seguita da quella di Conley. Ancora Conley con una penetrazione ne mette altri due. Memphis sembra aver ritrovato fiducia in quest’avvio di partita e preme ancora sull’acceleratore. Da una persa degli Warriors parte il contropiede guidato da Conley che genera il tecnico di Green e il successivo vantaggio Grizzlies di 5 lunghezze. Il numero 11 di Memphis è scatenato e dopo un canestro rapido di Bogut mette un jumper e un floater per i suoi. E’ 4 su 4 dal campo e guida i Grizzlies tenendoli sopra 14-9. Un altro colpo di revolver dall’arco di Curry riavvicina Golden State facendola entrare nel primo time out della partita sotto di 2 (14-12). Quando si riprende a giocare è ancora Memphis a imporsi con 2 di Randolph sotto al ferro. Dall’altra parte invece tanti errori nel pitturato consentono agli ospiti di mantenere la guida della partita. Steph comincia a limare lo svantaggio con 4 rapidi punti consecutivi e la tripla di Igadoula porta i suoi sul meno 6. Poi, con il canestro di Barbosa gli Warriors percorrono un parziale di 9 punti a 2. Il primo quarto si conclude 28-22 per Memphis. Abbiamo una partita.

 

Secondo Quarto: Canestro e fallo per Barbosa che realizza e riporta i suoi a un solo possesso pieno di svantaggio. Dopo un errore di Udrih dalla media Green potrebbe impattare la partita con una tripla ma sbaglia e di là Gasol punisce, inutile il tentativo di prendere sfondamento di Barbosa che regala due facili al catalano. Si fa però perdonare poco dopo infilando la tripla del meno 2. Nel frattempo Gasol è arrivato in ufficio, ne infila altri due sopra la testa degli Warriors mantenendoli sotto. Qualche errore di troppo per i padroni di casa (8 palle perse) consente ai Grizzlies di tenere la testa avanti. Ad ogni modo Memphis sta dimostrando determinazione e coraggio non facendosi intimorire dall’avversario e cercando di imporre il proprio gioco, cosa che non era successa in Gara1. Con 5:35 sul cronometro arriva il time out Golden State sul 36-30 Memphis. Tornati in campo Bogut ne infila due. Tutto uno stato trema vedendo Conley in penetrazione in mezzo a tre che finisce a terra e Green strappargli il pallone dalle mani con la grazia di una bitumatrice. Anche il numero 11 in casacca bianca ha qualcosa da dire: Splash!

Memphis però risponde alle bombe degli Warriors ripagandola con la stessa moneta, Lee dall’arco mantiene il vantaggio per i suoi. Green e Curry accendono l’Oracle Arena ricucendo lo svantaggio fino al -2 e costringendo Joerger al time out breve con 1:25 sul cronometro. Dall’interruzione tattica rientra in campo una sola squadra: Memphis. 2 di Gasol e 5 consecutivi di Allen riallungano il vantaggio per Memphis, portato poi da Udrih sul 50-39 qualche decimo prima della sirena di fine primo tempo.

 

Terzo Quarto: Il fallo in attacco di Bogut apre il quarto, poco dopo però si fa perdonare realizzando con determinazione sotto canestro contro tre avversari e ancora altri 2 dopo una persa Grizzlies. La mano più calda per ora è quella di Conley che infila una tripla importantissima per i suoi. Golden State litiga ancora col ferro, Gasol dalla linea dei liberi e successivamente Randolph con il long-to puniscono. Kerr costretto al time out. Ancora una persa degli Warriors origina la transizione guidata da Conley che costringe Bogut a mandarlo in lunetta. Parziale di 8-0 Memphis. Per Golden State c’è un inaspettato Igadoula che da tre tiene i suoi in qualche modo aggrappati alla partita spezzando un po’ il ritmo agli avversari. Golden State è comunque sotto di 11, che diventano 12 dopo l’1 su 2 di Gasol in lunetta in seguito all’ennesima palla persa dei padroni di casa. Dopo la tripla di Lee per il +13 Grizzlies, Curry prova a scuotere i suoi arrivando a canestro e guadagnandosi i liberi che regalano ossigeno ai suoi. Con 3:40 sul cronometro Gasol è di nuovo in lunetta e allarga la forbice per i suoi , 67 a 54. Nel finale il ritmo si fa più celere e arriva qualche palla persa anche da parte di Memphis consentendo a Golden State di rifarsi un po’ sotto. In ogni caso il terzo quarto termina con Lee che recupera un rimbalzo offensivo e infila il canestro che regala ai suoi 10 lunghezze di vantaggio.

 

Quarto quarto: Gli Warriors non hanno brillato in tutto il match e a suon di palle perse hanno lasciato il pallino della partita ai Grizzlies. Memphis dal canto suo si è meritata il vantaggio non piegando mai la testa. L’ultima frazione parte con un canestro di Randolph. Di la Barbosa accende gli animi con due punti in penetrazione. Altra palla persa Warriors. Golden State si rifà sotto in qualche modo arrivando fino al -7. Dopo il canestro di Randolph comincia ad arrivare qualche errore sotto canestro anche per Memphis che sbaglia conclusioni pesanti per l’economia della partita. Un altro punto esclamativo della serata è il fatturato degli “splash brothers”: solo 3/14 in questo momento dall’arco per loro. Quando Golden State corre però Memphis non può nulla, Thompson accorcia lo svantaggio. L’impressione è però che la partita stia lentamente scivolando via dalle mani di Curry e compagni, la rubata e schiacciata in campo aperto di Allen con 5:34 da giocare comincia a far scricchiolare il parquet sotto i piedi agli Warriors. Time out chiamato da Kerr e 87-76 Memphis. Quando si riprende a giocare Thompson riporta i suoi sotto la doppia cifra poi Curry spara da tre sbagliando per l’ennesima volta. Tiro dalla distanza incredibilmente difettoso per lui. Con 3 minuti rimasti Memphis è sopra di 7. Conley da tre ci tiene a rimarcare il perché sia considerato una delle colonne portanti della squadra ripristinando i 10 punti di vantaggio. E’ ancora Thompson a dare speranze ai suoi portandoli a -8. Con il fallo di Gasol su Green e l’uno su due dalla lunetta di quest’ultimo il vantaggio Grizzlies è di 7 punti con 50 secondi da giocare, time out Joerger. Con estrema freddezza Memphis costruisce l’azione che porta Allen ad appoggiare comodamente da sotto al ferro senza nessuno che lo disturbi. A 33 secondi dalla fine Golden State manda in lunetta Conley per il nuovo vantaggio in doppia cifra che assomiglia molto a un timbro a forma di W su Gara2 per Memphis. Finisce 97 a 90 in favore di Memphis. L’imbattibilità pluri mensile degli Warriors sul proprio campo si interrompe probabilmente nel peggiore momento per loro. Festa MVP rovinata a Curry e serie che si sposta a Memphis in parità. Nonostante la pessima gestione di palla di Golden State e una serata al tiro decisamente no per le stelle della squadra della Bay-Area i Grizzlies hanno pienamente meritato la vittoria. Il FedEx Forum attende impaziente.

Leggi anche: http://www.nbareligion.com/troppi-warriors-per-i-grizzilies-gara-1-va-a-golden-state/

Leggi anche: http://www.nbareligion.com/preview-playoffs-2015-golden-state-warriors-memphis-grizzlies/

Leggi anche: http://www.nbareligion.com/arriva-lufficialita-e-stephen-curry-lmvp-del-2015/

Final
Memphis

(1-1)
28 22 23 24 97
Golden State

(1-1)
22 17 24

 

 MEMPHIS
STARTERS PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
M. Conley* 22 0 3 1 8-12 3-6 3-4 1 0 0 27 27
Z. Randolph* 20 7 4 4 7-16 0-0 6-6 2 1 0 36 34
M. Gasol* 15 6 3 5 5-10 0-0 5-6 3 2 0 31 26
C. Lee* 15 2 1 3 5-13 2-4 3-3 0 2 0 33 21
T. Allen* 9 4 2 3 4-7 0-1 1-1 3 4 0 37 18
BENCH PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
J. Green 8 5 1 0 4-9 0-2 0-0 2 0 0 26 13
B. Udrih 4 5 2 3 2-8 0-1 0-0 1 2 0 21 14
V. Carter 2 7 3 1 1-4 0-1 0-0 1 1 0 18 15
K. Koufos 2 2 0 1 1-3 0-0 0-0 0 1 1 11 6
J. Leuer 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
N. Calathes 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Green 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Adams 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
R. Smith 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. Stokes 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0

 

 GOLDEN STATE
STARTERS PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
S. Curry* 19 5 6 0 7-19 2-11 3-4 3 0 0 41 33
D. Green* 14 12 1 5 3-11 0-3 8-10 3 2 0 38 27
K. Thompson* 13 4 2 3 6-15 1-6 0-0 5 1 1 34 18
H. Barnes* 11 4 0 2 4-8 0-2 3-3 2 1 1 35 15
A. Bogut* 8 12 2 2 4-5 0-0 0-0 2 1 1 24 24
BENCH PT R A PF FG 3FG FT TO STL BK MIN FPT
L. Barbosa 14 2 1 2 5-9 1-2 3-3 1 0 0 14 17
A. Iguodala 7 3 3 2 2-3 2-2 1-2 1 0 0 27 15
M. Speights 2 1 0 1 0-1 0-0 2-2 1 0 0 5 2
D. Lee 1 2 0 0 0-2 0-0 1-2 0 0 0 5 3
F. Ezeli 1 0 0 0 0-0 0-0 1-2 0 0 0 5 1
S. Livingston 0 0 1 1 0-1 0-0 0-0 2 1 0 13 1
J. Holiday 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
B. Rush 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
O. Kuzmic 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0
J. McAdoo 0 0 0 0 0-0 0-0 0-0 0 0 0 0 0

Team Stats

Stat Total Total
Points 97 90
Field Goals 37-82, 45% 31-74, 41%
Free Throws 18-20, 90% 22-28, 78%
3-pointers 5-15, 33% 6-26, 23%
Off. Rebounds 7 9
Def. Rebounds 31 36
Total Rebounds 38 45
Assists 19 16
Blocks 1 3
Fouls 21 18
Steals 13 6
Turnovers 13 20

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015