Seguici su

Playoffs NBA 2015

Griffin: “Abbiamo lavorato da squadra”

Nonostante la stremante serie contro San Antonio finita a gara 7 e con tutte le gare giocate sul filo del rasoio, i Clippers, orfani di Chris Paul, si sono imposti sul campo degli Houston Rockets di James Harden, rovesciando il fattore campo nella semifinale della Western Conference.

LEGGI QUI per il recap della gara: http://www.nbareligion.com/rockets-clippers-gara-1-e-di-griffin-e-soci-117-a-101-il-finale/

Il protagonista della gara è stato Blake Griffin, che ha messo a referto una tripla-doppia da 26 punti, 14 rimabalzi e 13 assist, dimostrando di essere tornato su altissimi livelli in questi playoff dopo l’infortunio. L’ala forte dei Clippers, a fine gara ha parlato della sua prestazione e dell’assenza del compagno e amico Chris Paul:

“L’assenza di Chris ci ha portato a dare qualcosa in più, ma non è stato solo il mio lavoro a farci vincere; è stato il lavoro di tutti! Se guardate le statistiche vi renderete conto del contributo che ha dato tutta la squadra; il messaggio che voglio dare ai miei compagni è quello di stare insieme e lavorare come una squadra.”

La prestazione di Griffin ha entusiasmato anche il suo allenatore Doc Rivers che ha svelato anche quale è stato il suo consiglio per Blake:

“Blake è stato sensazionale! Gli ho detto di non giocare per le statistiche perchè avevo bisogno del suo contributo in tutte le situazioni, sia in attacco che in difesa; gli ho chiesto di fare tutto, e lo ha fatto”

Dal canto loro, i Rockets hanno buttato al vento la possibilità di sfruttare la stanchezza degli avversari e paradossalmente sono sembrati più stanchi rispetto ai loro avversari; di questa opinione è stato Harden, che nei giorni scorsi si è visto sfuggire il titolo di MVP vinto da Curry ( LEGGI QUI: http://www.nbareligion.com/arriva-lufficialita-e-stephen-curry-lmvp-del-2015/); la stella dei Rockets ha detto:

“Non pensiamo di aver preso la partita sottogamba, pensiamo solo di non aver avuto la stessa energia dei nostri avversari!”

Adesso i Rockets sono con le spalle al muro e non possono rischiare di perdere anche gara 2 perchè questo significherebbe dover rimontare la serie allo Staples dove pochi giorni fa è finita la dinastia Spurs; sarà dura per Harden e compagni!

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015