Seguici su

Playoffs NBA 2015

Blazers – Grizzlies: dichiarazioni post gara 4

Portland è riuscita a evitare lo sweep, battendo Memphis di puro orgoglio, grazie a un parziale di 31 a 17 nell’ultimo quarto. Vediamo le dichiarazioni dei protagonisti di serata, partendo dall’eroe di casa Blazers: Damian Lillard.

Damian Lillard:

Dalla scorsa partita, in cui siamo andati sotto 0-3, quello di cui abbiamo parlato è stato di provare a giocare col cuore e con orgoglio per non subire lo sweep. Tutti dicevano che tutti dicono sempre che nessuno è mai riuscito a ribaltare uno 0-3, ma a noi non interessava dare peso a questa cosa, c’interessava il presente, fare tutto il necessario per darci una chance di stare nella serie. Ci siamo riusciti, io ho cercato solo di fare il mio meglio per ricordare alla squadra che dobbiamo rimanere concentrati, continuare a giocare con energia, non smettere di muovere la palla; proprio quelle cose di cui a volte, quando le facciamo bene, non ci rendiamo neanche conto.

CJ McCollum:

Nelle prime due partite mi tremavano un po’ le gambe e ho giocato come se fossi più giovane di quel che sono, facendo errori banali e sbagliando tiri comodi. Stasera volevo dimostrare ai miei compagni di poter giocare in una partita decisiva e di poterli aiutare a vincere. Sono stato aggressivo e ho cercato di aggredire il canestro. Damian ha fatto un buon lavoro nell’arrivare al ferro e buttare la palla fuori e io sono riuscito a mettere alcune triple importanti sui suoi scarichi.

Coach Stotts:

Ci voleva questa vittoria, ovviamente. Penso che in attacco abbiamo giocato davvero bene nella prima metà di partita. Poi siamo partiti male nel terzo quarto. La nostra panchina, CJ e Meyers in particolare, hanno avuto un grande impatto sul match. Anche se Meyers non ha segnato negli ultimi due quarti, la sua presenza ci ha aiutati molto ad aumentare l’efficacia delle penetrazioni. CJ ha messo diversi canestri pesanti. Abbiamo continuato a lottare. Sono felice di questa vittoria di fronte ai nostri fans, il nostro pubblico è stato incredibile.

I Grizzlies, dal canto loro, hanno riconosciuto la sconfitta e si sono congratulati con i Blazers per l’ottima prestazione, a partire dal pilastro Marc Gasol.

Marc Gasol:

Abbiamo smesso di lottare. Abbiamo provato a stargli dietro e siamo finiti a giocare a un ritmo più rapido del solito; non abbiamo eseguito gli schemi come avremmo dovuto. Sono riusciti a ribaltare l’inerzia e ad andarsene con una vittoria. Hanno meritato, comunque.

Coach Joerger:

Una partita dura, giocata al massimo da entrambe le squadre. Sono orgoglioso dei miei ragazzi. I primi cinque o sei minuti sono stati buoni e poi ci siamo rilassati. i Blazers hanno giocato con un grande senso di urgenza stasera. Hanno fatto un buon lavoro nell’arrivare vicino a canestro. Portland ha segnato 30 punti nel pitturato nei primi due quarti e per noi è stato un problema guardare il canestro in attacco. I Blazers hanno messo 22 punti su secondi tentativi e su questo avevamo fatto un lavoro migliore in gara 3; molto è dipeso dalle rotazioni a cui siamo stati costretti per fermare le penetrazioni, avevamo spesso un piccolo a marcare un lungo. Portland ha degli ottimi giocatori e credo sia ingiusto parlare della loro mancanza di talento. Sono una buona squadra, ben allenata, ed è bello giocare qui. La permanenza a Portland è stata piacevole, ma speriamo di non doverci tornare.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Playoffs NBA 2015